Significato e Simbolismo del Numero 7

Il numero 7 è il numero della perfezione, della sicurezza, della sicurezza e del riposo. Sette contiene il numero tre dei cieli e dell’anima con il numero quattro della terra e del corpo.

I pitagorici chiamavano il numero 7 “il Septad”.

Significato e Simbolismo del Numero 7

I sette colori dell’arcobaleno.

Significato del numero 7

Isaac Newton identificò i sette colori dell’arcobaleno come rosso, arancione, giallo, verde, blu, indaco e viola.

  • Ci sono sette giorni in una settimana.
  • Ci sono sette note della scala diatonica.
  • Ci sono sette lettere nel sistema numerico romano .

Il seme della vita

Sette cerchi formano il simbolo chiamato “Il seme della vita”.

Il Seme della Vita simboleggia i sei giorni della creazione.

Il cerchio centrale simboleggia il giorno del riposo.

Numero 7 in Astrologia e Tarocchi

La Bilancia è il settimo segno zodiacale dello Zodiaco. (22 settembre – 24 ottobre)

  • Il numero sette è il numero di Nettuno.
  • Il numero sette è fortunato per Cancro e Pesci.
  • Nei Tarocchi, il sette è la carta del Carro.
  • Il Carro è il simbolo della necessità di concentrarsi. Invertito significa incapacità di vedere le cose.

Numero 7 – Curiosità

  • Settembre significa “il settimo mese” in latino.
  • La moneta britannica da cinquanta pence (50 pence) è un ettagono (a sette facce).
  • L’azoto (N) ha numero atomico 7.
  • Il numero 7 è il prefisso internazionale per la Russia.
  • La Lotus Seven era un’auto sportiva a due posti con tettuccio scoperto.
  • I lati opposti di un dado sono sempre uguali al numero sette quando vengono sommati.

Non dire Sette

È superstizione comune che pronunciare la parola “sette” porti sfortuna a un tavolo di dadi. I giocatori si riferiscono al numero sette come “it”. Alcuni giocatori potrebbero persino riferirsi a sette come “il diavolo”.

È considerato ugualmente sfortunato se lo stickman dà a un giocatore un dado con un totale di sette scoperti.

Secondo un’antica superstizione, rompere uno specchio ti porterà sette anni di sfortuna.

Biancaneve e i sette nani

Sette è il numero dei nani nella fiaba Biancaneve.

I sette nani furono nominati:

Schivo – Doc – Stupido – Scontroso – Felice – Assonnato – Starnuto.

Il settimo presidente

Andrew Jackson è stato il settimo presidente degli Stati Uniti. 1829 – 1837.

Andrew Jackson ha sostenuto la schiavitù e la rimozione degli indiani. Circa 45.000 indiani d’America furono trasferiti.

Possedeva più di cento schiavi che lavoravano duramente nella sua piantagione di cotone.

Jackson si oppose alla Seconda Banca degli Stati Uniti. È stato il primo presidente a invitare il pubblico alla Casa Bianca in onore del suo primo insediamento.

Colpito da un fulmine 7 volte

Roy Sullivan (1912-1983) è stato colpito da un fulmine sette volte ed è sopravvissuto a tutti loro. Era un ranger del parco americano in Virginia.

Compleanno di tutti!

Il settimo giorno del capodanno cinese è conosciuto come “All Men’s Day” o il compleanno di tutti!

Sette dei fortunati

In Giappone ci sono sette dei fortunati . Hanno una nave chiamata Takarabune, la nave del tesoro.

Arrivano in città ogni Capodanno e fanno regali a tutte le persone degne.

I bambini riceveranno spesso buste rosse decorate con il Takarabune. All’interno trovano regali in denaro.

I nomi degli Dei Fortunati sono: Hotei – Jurojin – Fukurokuju – Bishamonten – Benzaiten – Daikokuten – Ebisu

La Festa delle Sette Erbe

Il 7 gennaio di ogni anno si celebra il Festival delle sette erbe (Nanakusa no sekku). I giapponesi mangiano un porridge di riso alle sette erbe per una buona salute e longevità.

Il numero 7 e il matrimonio indù

Nei matrimoni indù la sposa e lo sposo camminano sette volte intorno al fuoco sacro durante la cerimonia nuziale. Un sacerdote leggerà i mantra mentre camminano intorno al fuoco. Dopo aver camminato sette volte intorno al fuoco, fanno sette passi insieme. Dicono un voto per ciascuno dei sette passi.

Il filo rosso

Alcuni cabalisti indossano una corda rossa legata al polso. Molti credono che sia un amuleto che li proteggerà dal malocchio.

Altri dicono che il filo rosso li aiuta a rafforzare il loro carattere ricordando le buone qualità della matriarca biblica, Rachele.

Lunghi fili di spago rosso vengono avvolti sette volte intorno alla tomba di Rachele prima di essere tagliati per fare dei braccialetti.

La tomba di Rachele è vicina a Betlemme. Migliaia di pellegrini visitano la tomba ogni anno. Questa foto è del 1910.

Il Grande Carro/L’aratro

La bandiera della pace Cherokee aveva come motivo le sette stelle dell’Orsa Maggiore. Le stelle erano rosse in campo bianco.

Sulla bandiera di guerra dei Cherokee i colori erano al contrario; sette stelle bianche in campo rosso.

Ci sono sette clan Cherokee.

Sulla bandiera Cherokee il sigillo è circondato da sette stelle gialle a sette punte. (La stella nera nell’angolo rappresenta tutti coloro che sono morti sul sentiero delle lacrime.)

Sette persone decapitate

Sette persone sono state decapitate privatamente a Tower Green all’interno delle mura della Torre di Londra.

  • William Hastings, I barone Hastings -13 giugno 1483
  • Anna Bolena, seconda moglie del re Enrico VIII – 19 maggio 1536
  • Margaret Pole, contessa di Salisbury -27 maggio 1541
  • Catherine Howard, quinta moglie del re Enrico VIII -13 febbraio 1542
  • Jane Boleyn, cognata di Anne Boleyn- 13 febbraio 1542
  • Lady Jane Grey, la regina dei nove giorni – 12 febbraio 1554
  • Robert Devereux, II conte di Essex – 10 novembre 1601

Seven Dials a Londra

Seven Dials a Londra è un incrocio di sette strade. Oggi si trova un villaggio dello shopping a Seven Dials. L’immagine mostra il pilastro della meridiana dei sette quadranti.

Agatha Christie ha scritto un romanzo giallo intitolato “The Seven Dials Mystery”.

Sette sorelle – Luoghi

Seven Sisters è un distretto del London Borough of Haringey, a nord di Londra. Il nome deriva da sette olmi che sono stati piantati in un cerchio su un’area conosciuta come Page Green.

Il gruppo era conosciuto come Seven Sisters dal 1732 La stazione Seven Sisters è una stazione della National Rail e della metropolitana di Londra Victoria Line.

Le “Sette sorelle” di Mosca sono un gruppo di grattacieli progettati in stile stalinista.

Le sette sorelle è una cascata composta da sette corsi d’acqua separati nel Geirangerfjord, in Norvegia. Il più alto ha una caduta libera che misura 250 metri.

I sette ponti di Köningsberg

La città di Königsberg in Germania (ora chiamata Kaliningrad in Russia) si trovava su entrambi i lati del fiume Pregel, che comprendeva due grandi isole collegate tra loro e la terraferma da sette ponti.

I sette ponti di Königsberg è un famoso problema storico matematico.

La sfida presentata era quella di trovare una passeggiata per la città che attraversasse completamente ogni ponte una volta e una sola volta.

Le isole non potevano essere raggiunte da nessun percorso diverso dai ponti.

Leonhard Euler (1701 -1783) è stato un matematico e fisico svizzero. Ha deciso di trovare una soluzione.

Dopo aver accettato la sfida, Eulero ha concluso che il problema non ha soluzione. La conclusione di Leonhard Euler nel 1735 pose le basi della teoria dei grafi.

Se7en – film

Se7en (1995) è il titolo di un film poliziesco americano diretto da David Fincher e scritto da Andrew Kevin Walker. Nel cast Brad Pitt, Morgan Freeman, Gwyneth Paltrow, R. Lee Ermey e Kevin Spacey.

Gli omicidi nel film corrispondono a ciascuno dei sette peccati capitali.

Se7en – Cantante sudcoreana

Se7en è il nome d’arte del cantante pop sudcoreano Choi Dong-Wook (nato il 9 novembre 1984). Ha vinto molti premi.

Lucky 7 – film

Lucky 7 (2003) è un film TV con Patrick Dempsey e Kimberly Williams. Parla di una donna la cui madre morente prevede che sposerà il suo settimo fidanzato.

Nave ospedale – Lucky 7

USS Hope (AH-7) era una nave ospedale (varata il 30 agosto 1943) soprannominata Lucky 7

I Sette Continenti

Ci sono sette continenti: Asia, Africa, Nord America, Sud America, Antartide, Europa e Australia.

Il Tangram

Il tangram è un puzzle composto da sette forme piatte, chiamate abbronzature.

L’obiettivo è quello di formare una forma specifica (data solo una silhouette) utilizzando tutti e sette i pezzi.

Ci sono migliaia di diverse sfide tangram per gli appassionati.

Sette ragazze pazze fortunate

A Las Vegas, vai a cercare il Riviera Hotel e trova la statua in bronzo delle Sette Vegas Showgirls allineate in fila con i loro derrière in mostra.

Per buona fortuna in questa città del gioco d’azzardo è diventato popolare strofinare ciascuno dei loro glutei, che tra l’altro rimangono lucidi da tutto lo sfregamento.

La statua si chiama “No Ifs, Ands, Or…”. Pesa 1.540 libbre ed è stato realizzato da Michael Conine.

Le Sette Valli della Fede Bahá’i

La Stella a Nove Punte è un simbolo della Fede Bahá’i.

Le Sette Valli, è un libro scritto dal fondatore, Bahá’uillah (1817-1892). Descrive i sette stadi mistici di cui un cercatore deve viaggiare verso Dio. La Fede Bahá’i è stata fondata in Persia.

Bahá’i insegna il monoteismo e pretende di essere un adempimento di tutte le religioni precedenti. Oggi hanno seguaci in tutto il mondo.

Le Sette Valli sono:

  1. La valle della ricerca
  2. La Valle dell’Amore
  3. La Valle della Conoscenza
  4. La Valle dell’Unità
  5. La valle della contentezza
  6. La Valle delle Meraviglie
  7. a valle della povertà e del nulla assoluto

Maja morì 7 giorni dopo aver dato alla luce Siddhartha

Maya era la madre naturale di Siddhartha Gautama, il Buddha. Si dice che morì di gioia sette giorni dopo aver dato alla luce Siddhartha e si unì agli dei.

 Siddhartha è stato allevato dalla sorella di sua madre, Mahapajapati Gotami. Maya andò immediatamente nel paradiso buddista chiamato Tavatimsa.

Dopo che Gautama ricevette l’illuminazione, andò a trovare sua madre a Tavatimsa. Il nome “Maya” significa amore in sanscrito.

La leggenda dei sette dormienti

Sette uomini furono accusati di cristianesimo intorno all’anno 250, quando regnò l’imperatore romano Decio. Si rifugiarono in una grotta e si addormentarono.

  • L’imperatore vide la sua occasione per sbarazzarsi di loro una volta per tutte e ordinò che la grotta fosse sigillata.
  • Molti decenni dopo un contadino aprì la grotta e trovò i Sette Dormienti.
  • Si svegliarono credendo di aver dormito solo un giorno.
  • Nel 1927 fu scavato il “Gotto” nei pressi di Efeso.
  • Sono stati rinvenuti i ruderi di una chiesa e sulle pareti iscrizioni dedicate ai Sette Dormienti.

I Sette Saggi

I sette saggi dell’antica Grecia erano statisti e filosofi famosi per la loro saggezza. Platone elenca questi sette nel Dialogo di Protagora.

I sette saggi della Grecia erano:

1. Talete di Mileto

2. Pittaco di Mitilene

3. Bias di Priene

4. Solone

5. Cleobulo di Lindo

6. Myson di Chen

7. Chilone di Sparta

Sette meraviglie del mondo antico.

La Piramide di Giza è l’unica delle antiche Sette Meraviglie ancora in piedi.

  •  1. Piramide egizia a Giza
  •  2. Giardini pensili di Babilonia
  •  3. Statua di Zeus ad Olimpia
  •  4. Colosso di Rodi:
  • Statua del dio del sole Helios
  •  5. Tempio di Artimis a Efeso
  •  6. Mausoleo di Alicarnasso
  •  7. Faro di Alessandria

Le sette arti liberali

Le arti liberali erano già stabilite nell’antica Roma come l’educazione appropriata per un uomo libero. Le Sette Arti Liberali identificate da Marziano Capella (V secolo) erano; grammatica, dialettica, retorica, geometria, aritmetica, astronomia e musica.

C’erano sette arti liberali riconosciute nelle università europee medievali. I primi tre furono chiamati “il trivio” e gli ultimi quattro furono chiamati “il quadrivio”.

  1. Grammatica
  2. Retorica
  3. Logica
  4. Aritmetica
  5. Astronomia
  6. Musica
  7. Geometria

I sette colli di Roma:

  • Aventino – Celio – Campidoglio – Esquilino
  • Palatino – Quirinale – Viminale

Mese dei fantasmi cinesi

L’intero settimo mese del calendario lunare è considerato il mese fantasma.

Durante questo mese si aprono le porte dell’inferno.

I fantasmi sono liberi di vagare tra i vivi.

I fantasmi hanno bisogno di buon cibo e buon divertimento.

Si racconta che questi fantasmi siano gli antenati di quelle famiglie che hanno dimenticato di rendere loro omaggio dopo la loro morte.

I membri della famiglia si prendono cura di bruciare i soldi di Joss ai morti.

Questi soldi sono validi solo all’inferno.

Possono anche bruciare case di carta, mobili e così via, poiché si ritiene che l’aldilà sia paragonabile al mondo dei vivi.

Il quindicesimo giorno del mese dei fantasmi cinesi si tengono feste per i fantasmi affamati e vaganti. Le offerte di cibo sono fatte per compiacere i fantasmi affamati.

Questo viene fatto anche per impedire a un fantasma solitario e infelice di invadere la propria casa e portare così sfortuna.

Ai concerti i posti migliori sono riservati ai fantasmi. La musica sarà molto forte poiché i fantasmi apprezzano il volume alto.

Il settimo giorno del settimo mese

Il settimo giorno di questo settimo mese è molto diverso. È il giorno degli innamorati, proprio come il giorno di San Valentino in Occidente.

Storia d’amore cinese

Una storia racconta (ci sono diverse versioni della storia) che l’ Imperatore di Giada aveva una bellissima figlia. L’Imperatore di Giada è il più alto degli dei.

Sua figlia possedeva una veste magica che le permetteva di viaggiare sulla Terra.

Una volta, mentre faceva il bagno in un ruscello, un mandriano le rubò la veste magica. Senza la veste magica, non poteva tornare da suo padre.

Il mandriano riportò la principessa a casa sua. Si innamorarono e si sposarono.

L’Imperatore di Giada era furioso. Un giorno la principessa trovò la veste magica che suo marito aveva nascosto. Indossò la vestaglia e andò a trovare suo padre.

L’Imperatore di Giada chiese immediatamente a tutti i fiumi di scorrere nel cielo (la Via Lattea), rendendo impossibile per la principessa tornare da suo marito.

Dopo un po’ l’Imperatore di Giada si addolcì e decise di permettere ai giovani innamorati di incontrarsi sul ponte sul fiume il settimo giorno del settimo mese di ogni anno.

Questo è un giorno speciale per gli innamorati, celebrato in molti paesi dell’Asia.

Da un concerto durante il mese dei fantasmi cinesi a Kuala Lumpur, in Malesia. I posti rossi sono riservati ai fantasmi.

Numero 7 nel cristianesimo

I sette doni dello Spirito Santo

I Sette doni come definiti da San Tommaso d’Aquino. I primi quattro doni riguardano l’intelletto. Gli ultimi tre doni riguardano la volontà verso Dio.

  1. Saggezza – La capacità di vedere Dio all’opera nella nostra vita.
  2. Comprensione – La capacità di comprendere come vivere come seguaci di Gesù.
  3. Consiglio – La capacità di usare il giusto giudizio, per conoscere la differenza tra giusto e sbagliato.
  4. Fortezza – Il dono del coraggio. Superare la paura e correre dei rischi come seguace di Gesù.
  5. Conoscenza – La capacità di comprendere il significato della Rivelazione di Dio.
  6. Pietà – Il dono della riverenza, per avere un profondo rispetto per Dio e per la Chiesa.
  7. Timore del Signore – Il timore di separarsi da Dio.

“L’Annunciazione” 1434 Pittore: Jan van Eyck.

I Sette doni dello Spirito Santo scendono sulla Vergine Maria in sette raggi di luce dalla finestra superiore.

Galleria Nazionale d’Arte, Washington DC

I sette sacramenti

Ci sono sette sacramenti nella Chiesa cattolica stabiliti dal Concilio di Trento (1545-63).

  1. Battesimo
  2. Conferma
  3. Eucaristia
  4. Penitenza
  5. Unzione degli infermi
  6. ordini sacri
  7. Matrimonio

I sette peccati capitali

I sette peccati capitali erano l’insegnamento dei primi cristiani per educare i loro seguaci. L’elenco è stato utilizzato, tra gli altri, da Papa Gregorio e da Dante nella sua opera “La Divina Commedia”

Lussuria – Gola – Avidità – Accidia – Ira – Invidia – Orgoglio

Numero 7 nella Bibbia

Sette è menzionato innumerevoli volte nella Bibbia.

Caino è protetto “Allora il Signore gli disse: Non è così! Se uno uccide Caino, su di lui si farà vendetta sette volte tanto». Genesi 4:15

Eliseo aiuta il ragazzo morto a tornare in vita.

Il ragazzo starnutì sette volte e aprì gli occhi. 2 Re 4:35

Rut vale più di sette figli. Rut 4:15

Naaman, il lebbroso, si tuffò sette volte nel Giordano e fu mondato. 2 Re 5:14

Dopo che Mosè fuggì dall’Egitto, rimase nel paese di Madian. Il sacerdote di Madian aveva sette figlie. Diede a Mosè sua figlia Zippora.

“Ti ho comandato che mangerai pane azzimo per sette giorni nel tempo fissato nel mese di Abib, perché in esso sei uscito dall’Egitto”. Esodo 23:15

Il settimo giorno

“E il settimo giorno Dio terminò la sua opera. -e si riposò il settimo giorno. Così Dio benedisse il settimo giorno” Genesi 2: 2-4

“Il Signore vi ha dato il sabato perciò il sesto giorno vi dà il pane per due giorni; rimani ogni uomo al tuo posto, nessuno esca dal suo posto il settimo giorno. Così il popolo si riposò il settimo giorno” Esodo 16:29-30

Noè – Animali – Uccelli – Sette giorni

  • “Prendi con te sette paia di tutti gli animali mondi…” Genesi 7:2
  • “e sette paia di uccelli del cielo..” Genesi 7:3
  • “Poiché in sette giorni manderò la pioggia sulla terra…” Genesi 7:4
  • “Aspettò altri sette giorni e di nuovo fece uscire la colomba dall’arca; e la colomba tornò la sera, ed ecco, nella sua bocca una foglia di olivo appena colta” Genesi 8:10-11
  • “Poi aspettò altri sette giorni e mandò fuori la colomba; e lei non tornò più da lui”. Genesi 8:12

La presa di Gerico

Sette sacerdoti con sette trombe fecero il giro delle mura della città sette volte il settimo giorno.

Giosuè capitolo 6

Le sette nazioni

“Quando il Signore tuo Dio ti avrà introdotto nel paese in cui entri per prenderne possesso e avrà scacciato davanti a te molte nazioni,

gli Ittiti, i Ghirgasei, gli Amorei, i Cananei, i Ferezei, gli Hivvei e i Gebusei, sette nazioni più grandi e più potenti di voi,…” Deuteronomio 7:1

Consacrazione del Sacerdote

Aronne era il fratello di Mosè. Aronne divenne il primo Sommo Sacerdote degli Israeliti. Aronne e i suoi figli divennero i primi sacerdoti in una consacrazione che durò sette giorni.

“e non uscirai dalla porta della tenda per sette giorni, finché non siano compiuti i giorni della tua consacrazione, perché ci vorranno sette giorni per ordinarti”. Levitico 8:33

Miriam isolata per sette giorni

Miriam era la sorella di Aronne e Mosè. Aronne e Miriam si lamentarono che Mosè avesse una moglie cusita.

Hanno anche messo in dubbio la sua autorità esclusiva.

Per questo Dio ha punito Miriam.

È diventata “bianca come la neve” e ha dovuto vivere in isolamento fuori dal campo per sette giorni. Numeri capitolo 12.

Sette anni per amore

Jacob era appena arrivato a casa di suo zio Labano. Al pozzo incontrò sua cugina, Rachel.

Si innamorò di lei e chiese a suo zio la sua mano in matrimonio. Suo zio acconsentì a lasciare che Giacobbe sposasse Rachele dopo aver lavorato sette anni nel suo dovere.

“Jacob amava Rachel; e disse: «Ti servirò sette anni per Rachele tua figlia minore». Genesi 29:18

Trascorsi i sette anni, Labano ingannò Giacobbe. Giacobbe scoprì di essere stato indotto a sposare Lea, la sorella maggiore di Rachele.

Labano poi acconsentì a lasciare che Giacobbe avesse Rachele per la sua seconda moglie, se avesse lavorato altri sette anni per suo zio. Giacobbe finì per essere sposato sia con Lea che con Rachele.

Giacobbe si inchinò

Giacobbe tornò in Canaan per incontrare suo fratello gemello, Esaù. Era preoccupato che Esaù fosse arrabbiato. Giacobbe si prostrò sette volte a terra davanti a Esaù.

Come si è scoperto, Esaù non portava rancore contro suo fratello. La loro riunione è stata felice ed emozionante. Genesi, capitolo 33.

Settimo anno

“Per sei anni seminerai la tua terra, ma il settimo anno la lascerai riposare e giacere a maggese, perché i poveri del tuo popolo ne mangino”. Esodo 23:10

Il sogno

Naturalmente c’è anche la famosa storia del sogno dei faraoni delle sette mucche grasse e delle sette mucche magre.

Le sette vacche magre divorarono le sette vacche grasse.

Sognò anche le sette orecchie piene e buone che crescevano su uno stelo e le sette orecchie sottili che inghiottirono le sette orecchie buone.

Josef interpretò i sogni e raccontò dei sette anni buoni a cui sarebbero seguiti sette anni di carestia. Genesi capitolo 41

Sette giorni per risolvere l’enigma

Sansone era l’uomo con una forza enorme. Una volta ha ucciso un leone a mani nude. In seguito trovò api e miele nella carcassa del leone.

Sansone fece una scommessa con i Filistei durante una festa.

Se riuscissero a risolvere un indovinello in sette giorni, darebbe loro 30 vesti di lino e 30 vesti di festa, altrimenti dovevano dargli 30 vesti di lino e 30 di festa.

Pala d’altare “Sansone e il leone” a Klosterneuberg, Austria.

Si resero conto che non erano in grado di risolvere l’enigma e minacciarono sua moglie di dire la risposta, altrimenti avrebbero bruciato lei e la casa di suo padre.

La moglie di Sansone pregò Samson di condividere con lei il segreto.

Ella pianse davanti a lui i sette giorni che durò la festa; e il settimo giorno le disse. Trasmise la risposta ai Filistei.

L’indovinello era “Dal mangiatore è uscito qualcosa da mangiare. Dal forte è uscito qualcosa di dolce”. Giudici 14:14

Sette ciocche di capelli

I Filistei desideravano scoprire come Sansone avesse ottenuto la sua forza. Si offrirono di pagare a Dilila millecento pezzi d’argento per il segreto della forza di Sansone. Era l’amante di Sansone.

Dililah apprese che la sua forza veniva dalle sue sette ciocche di lunghi capelli non tagliati.

Quando Sansone si era addormentato sulle sue ginocchia, ha chiamato un uomo per radersi le sette ciocche di capelli. Sansone perse immediatamente tutte le sue forze. Giudici capitolo 13 -16

 Demoni

 “-e anche alcune donne che erano state guarite da spiriti maligni e da infermità: Maria, detta Maddalena, dalla quale erano usciti sette demoni..” Luca 8:2

Perdona 70 X 7 volte

“Allora Pietro si avvicinò e gli disse: «Signore, quante volte mio fratello peccherà contro di me e io lo perdonerò? Fino a sette volte? Gesù gli disse: “Non te lo dico sette volte, ma settanta volte sette:” Matteo 18:21-22

Numero 7 nel Libro della Rivelazione

  • Sette stelle e sette portalampada dorati

“La parola di colui che tiene le sette stelle nella sua destra, che cammina tra i sette candelabri d’oro” Apocalisse 2:1

  • Sette Spiriti di Dio

“La parola di colui che ha i sette spiriti di Dio e le sette stelle”. Apocalisse 3:1

  • Settimo Angelo Mistero di Dio compiuto
Museo d’arte metropolitana “Il settimo angelo dell’Apocolypse”. New York City

“La chiamata di tromba che sarà suonata dal settimo angelo, il mistero di Dio, come annunziò ai suoi servi, i profeti, dovrebbe essere compiuto”. Apocalisse 10:7

“Il settimo angelo versò la sua coppa nell’aria, e una grande voce uscì dal tempio, dal trono, dicendo: “È fatto!”. Apocalisse 16:17

 Sette ultime piaghe

“Poi venne uno dei sette angeli che avevano sette coppe piene delle sette ultime piaghe…” Apocalisse 21:9

I sette tuoni

“E quando i sette tuoni furono suonati, stavo per scrivere, ma udii una voce dal cielo che diceva: “Sigilla ciò che hanno detto i sette tuoni, e non scriverlo”. Apocalisse 10:4

I 7 sigilli

– L’agnello spezza i sette sigilli

“E vidi nella mano destra di colui che sedeva sul trono un rotolo scritto di dentro e di dietro, sigillato con sette sigilli” Apocalisse 5:1

     Il primo sigilloappaiono un cavallo bianco e il suo cavaliere con l’arco. Gli viene data una corona. Uscì conquistando e per conquistare.  Apocalisse 6:1-2
     Il secondo sigilloappaiono un cavallo rosso e il suo cavaliere. Gli viene data una grande spada. Toglie la pace dalla terra affinché gli uomini si uccidano a vicenda. Apocalisse 6:3
     Il terzo sigilloAppare un cavaliere su un cavallo nero. Aveva una bilancia in mano e porta la carestia. Olio e vino non vengono danneggiati.  Apocalisse 6:5-6
     Il quarto sigilloAppare un cavallo pallido e il nome del suo cavaliere era Morte e Ade lo seguì. Gli fu dato il potere su un quarto della terra.  Apocalisse 6:7-8
    Il quinto sigilloLe anime di coloro che sono stati uccisi per la parola di Dio gridano vendetta.  Apocalisse 6:12-17
    Il sesto sigilloC’è stato un grande terremoto. 144.000 sono suggellati, da ogni tribù dei figli d’Israele. Una grande moltitudine di persone di ogni nazione viene ad adorare Dio. Apocalisse 6:12-17 e Apocalisse 7:1-17
     Il settimo sigilloci fu silenzio in cielo per mezz’ora. A sette angeli vengono poi date le trombe e una nuova serie di sette inizia con il suono delle sette trombe.  Apocalisse 8:1-6

Sette angeli suonano sette trombe

“Poi vidi i sette angeli che stanno davanti a Dio e furono loro date sette trombe”. Apocalisse 8:2

 Il primo angelo suonò la sua tromba,e seguirono grandine e fuoco. Un terzo della terra fu bruciato; e un terzo degli alberi e dell’erba fu bruciato. Apocalisse 8:7
 Il secondo angelo suonò la tromba,…e un terzo del mare divenne sangue. Un terzo degli esseri viventi nel mare morì e un terzo delle navi fu distrutto.  Apocalisse 8:9
  Il terzo angelo suonò la sua trombae una grande stella cadde dal cielo. Il nome della stella è Assenzio. Un terzo delle acque divenne assenzio e molti uomini morirono dell’acqua, perché era resa amara.  Apocalisse 8:10
  Il quarto angelo suonò la sua tromba,e fu colpito un terzo del sole, un terzo della luna e un terzo delle stelle, così che un terzo della loro luce fu oscurato; un terzo della giornata è stato impedito di splendere.  Apocalisse 8:12
   Il quinto angelo suonò la sua tromba,… poi dal fumo vennero le locuste sulla terra; fu detto loro di non danneggiare l’erba o qualsiasi vegetazione verde, ma solo quelli dell’umanità che non hanno il sigillo di Dio sulla fronte; Sono stati autorizzati a torturarli per cinque mesi.   Apocalisse 9:1-12
   Il sesto angelo suonò la sua tromba;vengono liberati i quattro angeli che erano legati al gran fiume dell’Eufrate. Un esercito di 200 milioni di uomini uccide un terzo dell’umanità.
Suonano i sette tuoni. Giovanni mangia un piccolo rotolo, dal sapore dolce in bocca, ma amaro nello stomaco.Due testimoni hanno il potere di profetizzare per milleduecentosessanta giorni. Verranno poi uccisi e i loro corpi rimarranno in strada per tre giorni e mezzo. Poi torneranno in vita.
     Apocalisse 11:1-14
  Il settimo angelo suonò la sua trombae l’Arca dell’Alleanza fu vista nel tempio di Dio in cielo.
Appare una donna vestita di sole, con la luna sotto i suoi piedi e sul suo capo una corona di dodici stelle. È incinta.Satana viene gettato sulla terra. Arriva la bestia del mare. Appare la bestia della terra.
Questa seconda bestia costringe le persone ad adorare la prima bestia. 144.000 persone con il nome di suo Padre sulla fronte sono viste da Giovanni sul monte Sion.
  Apocalisse 11:15-19 e Apocalisse 12:1-17e Apocalisse 13:1-18 e Apocalisse 14:1-5

 Sette coppe d’ira – Sette angeli con sette piaghe

“e dal tempio uscirono sette angeli con le sette piaghe” Apocalisse 16:6

  Il primo angelo versò la sua ciotolasulla terra, e uccelli e piaghe si abbatterono sugli uomini che portavano il marchio della bestia e adoravano la sua immagine.  Apocalisse 16:2
  Il secondo angelo versò la sua ciotolanel mare, e divenne come il sangue del morto, e morì ogni essere vivente che era nel mare.  Apocalisse 16:3
 Il terzo angelo versò la sua coppanei fiumi e nelle sorgenti d’acqua, e divennero sangue.Apocalisse 16:4
 Il quarto angelo versò la sua coppasul sole, ed era permesso bruciare gli uomini con il fuoco.  Apocalisse 16:8
 Il quinto angelo versò la sua coppasul trono della bestia e il suo regno era nelle tenebre. Apocalisse 16:10
 Il sesto angelo versò la sua coppasul gran fiume Eufrate e le sue acque si prosciugarono. Apocalisse 16:12
  Il settimo angelo versò la sua coppanell’aria… ci furono lampi, scoppi di tuono, un grande terremoto come non si era mai visto da quando gli uomini erano sulla terra… La grande città fu divisa in tre parti… e grandi grandinate…  Apocalisse 16:17-21

 La puttana di Babilonia

“Ho visto una donna seduta su una bestia scarlatta piena di nomi blasfemi, che aveva sette teste e dieci corna.

La donna era vestita di porpora e di scarlatto, adorna d’oro, di gioielli e di perle, e teneva in mano una coppa d’oro piena degli abomini e delle impurità della sua fornicazione; e sulla sua fronte era scritto un nome di mistero:

“Babilonia la grande, madre delle meretrici e degli abomini della terra”.

E vidi la donna, ebbra del sangue dei santi e del sangue dei martiri di Gesù».

Apocalisse 17: 3-6

“Ciò richiede una mente di saggezza: le sette teste sono sette colli sui quali è seduta la donna; ci sono anche sette re…” Apocalisse 17:9

Numero 7 nel giudaismo

Menorah

Il candelabro a sette bracci. La Menorah è un simbolo dell’ebraismo da circa 3000 anni.

Esodo 25:31-40 spiega nei minimi dettagli come deve essere fatta la Menorah.

“Farai un candelabro d’oro puro… e dai suoi lati usciranno sei rami, da un lato tre rami della lampada e dall’altro tre rami della lampada di esso;……..”

Era usato nell’antico Tempio Santo di Gerusalemme.

La Menorah a sette rami è un promemoria delle parole scritte in Isaia 42:6, “… per essere una luce per tutte le nazioni,…”

Si dice anche che la Menorah sia un simbolo del roveto ardente visto da Mosè. Molti dicono che è anche un simbolo dei sette giorni della creazione.

Ora è l’emblema di Israele.

I sette giorni di Sukkot

Il sukkot è conosciuto come il “Festival delle Capanne”. Questa festa è un ricordo dei giorni in cui vagavano nel deserto dopo la fuga dalla schiavitù in Egitto.

“Abiterai in capanne sette giorni affinché le generazioni future sappiano che ho fatto abitare il popolo d’Israele in capanne quando li ho fatti uscire dal paese d’Egitto:

Io sono il Signore tuo Dio». Levitico 23:42-43

Sukkot è una festa del raccolto e anche una festa gioiosa. Per questa festa, gli ebrei costruiranno una Sukkah, una specie di capanna temporanea. Gli ebrei mangeranno i loro pasti nella Sukkah quando possibile.

Gli ebrei possono seguire l’usanza di invitare sette simboli biblici Ushpizin (ospiti) alla loro Sukkah. I sette Ushpizin simbolici sono: Abramo, Isacco, Giacobbe, Giuseppe, Mosè, Aronne e Davide.

Alcuni ebrei estendono l’invito anche a sette figure bibliche femminili: Sarah, Rebecca, Leah, Rachel, Miriam, Abigail ed Ester.

È anche consuetudine invitare gli ospiti a cenare nella Sukkah e visitare la Sukkah degli amici. Anche le speciali quattro specie sono una parte importante del festival di Sukkot.

Il settimo giorno del Sukkot, c’è una processione che farà sette giri intorno alla Bimah (piattaforma dove si legge la Torah). Il settimo giorno di Sukkot è chiamato “Hosanah Rabbah” (il Grande Hoshanah).

La Simchat Torah

La gioia della Torah – I sette Hakafot

Subito dopo il Sukkot c’è la festa della Simchat Torah.

Simchat Torah è il giorno in cui si legge l’ultima parte del Deuteronomio, seguita dal primo capitolo della Genesi. Questo significa il ciclo della Torah. Non ha né inizio né fine.

I rotoli della Torah vengono fatti sfilare intorno al santuario nella sinagoga sette volte.

Questo è chiamato hakafot.

Questo festival include molti balli e canti.

Spesso la congregazione continuerà a ballare con la Torah per le strade, rendendolo un festival estremamente gioioso.

Questa è una vera festa felice. I bambini godono di un sacco di caramelle. Molti apprezzeranno tanto buon vino.

La Simchat Torah è assolutamente tempo di festa!

Il matrimonio ebraico

Molti ebrei si riferiscono a un matrimonio come a simchah, che significa un evento gioioso.

Un matrimonio ebraico può aver luogo ovunque. È necessario che la coppia stia sotto una chuppah, un baldacchino nuziale. È un simbolo della loro nuova casa.

Lo sposo è condotto alla chuppah da due uomini, spesso suo padre e suo suocero.

Allo stesso modo la sposa è condotta alla chuppah da due donne, il più delle volte dalla madre e dalla suocera.

La sposa è condotta sette volte intorno allo sposo. Questo può simboleggiare i sette giorni della creazione e che la coppia creerà anche una nuova vita.

Gli sposi bevono dal vino e lo sposo mette l’anello al dito della sposa mentre dice:

“Tu sei qui santificato per me con questo anello secondo le leggi di Mosè e di Israele”.

Nella seconda parte della cerimonia si recitano le Sette Benedizioni. La cerimonia si conclude con la rottura del vetro, a ricordo della distruzione del tempio.

Alla fine l’intera congregazione grida “Maz’l tov”, che significa “Congratulazioni” o “Che tu possa godere di una buona fortuna”.

Shavuot

Sette settimane. Shavuot è celebrato per commemorare Mosè che riceve la Torah, con l’elenco dei Dieci Comandamenti, sul Monte Sinai. Questo accadde sette settimane dopo la loro partenza dall’Egitto.

Molti possono scegliere di rimanere svegli tutta la notte a studiare la Torah a partire dalla vigilia di Shavuot.

Durante Shavuot molti mangeranno cheese cake e altri latticini poiché gli ebrei nel deserto non erano ancora sicuri di tutte le leggi riguardanti la preparazione dei prodotti a base di carne.

Shavuot è anche una festa del raccolto. Al tempo del Tempio, gli ebrei portavano le offerte del primo raccolto al Tempio di Gerusalemme.

Gli agricoltori avrebbero portato le sette specie descritte in Deuteronomio 8:8; frumento, orzo, uva, fichi, melograni, olive e datteri. Queste sono le sette specie con cui è benedetta la terra d’Israele. Gli israeliti offrivano anche due pani della mietitura del grano.

Durante Shavuot il Libro di Ruth viene letto al servizio mattutino.

La sinagoga può essere tradizionalmente decorata con molti fiori. Shavuot è una festa gioiosa.

Seduto Shivah

Shivah è un periodo di lutto. Shivah significa “sette”, questo si riferisce ai primi sette giorni di lutto.

Le persone in lutto che siedono Shivah sono i sette parenti più stretti del defunto: padre, madre, figlio, figlia, fratello, sorella e coniuge.

Prima o durante la cerimonia funebre le persone in lutto eseguono “Keriah”, strappano (strappano) un indumento come simbolo di separazione. Dovrebbe essere un capo indossato sopra il cuore, ad esempio una camicia o una camicetta.

Questo ha radici in Genesi 37:34; quando Giacobbe fu indotto a credere che suo figlio Giuseppe fosse stato ucciso da animali feroci, si strappò le vesti.

Molti ebrei possono indossare una spilla nera strappata. L’indumento strappato o il nastro nero strappato è indossato durante lo Shivah.

Le persone in lutto siedono Shivah nella casa del defunto o nella casa delle persone in lutto. Vanno direttamente a casa dopo il funerale. Una grande candela brucia durante lo Shivah. Durante lo Shiva amici e vicini portano il cibo in modo che le persone in lutto non debbano preparare da sole i pasti.

Il primo pasto si chiama “Il pasto della guarigione”. Le persone in lutto non lasciano la casa durante Shivah, ad eccezione del sabato. Il lutto pubblico è proibito di sabato, ma conta ancora come uno dei sette giorni.

  • Ci sono alcune regole e restrizioni durante Shivah. Alcuni di loro sono:
  • La persona in lutto dovrebbe sedersi su uno sgabello basso o sul pavimento.
  • Tutti gli specchi dovrebbero essere coperti durante Shivah.
  • La persona in lutto non deve indossare scarpe di cuoio.
  • Chi è in lutto non deve lavare o stirare vestiti, né indossare vestiti nuovi.

Chi è in lutto non deve radersi, tagliarsi i capelli, né tagliarsi le unghie.

Il dolente non deve cucinare né preparare il cibo usando il calore.

Chi è in lutto non deve studiare la Torah, eccetto il Libro delle Lamentazioni e il libro di Giobbe.

Il lutto deve astenersi dal sesso.

La persona in lutto non dovrebbe fare affari se non per le emergenze.

Lo Shivah termina nel pomeriggio del settimo giorno dopo il funerale. Le persone in lutto lasciano la casa di Shivah per una passeggiata insieme ad amici e familiari.

Dopo lo Shivah, inizia il successivo periodo di lutto. Si chiama shloshim e dura trenta giorni dopo la sepoltura.

Numero 7 nell’Islam

Ci sono sette versetti nella prima sura (capitolo) del Corano.

Durante i rituali dell’Hajj, il pellegrinaggio alla Mecca, i pellegrini camminano sette volte intorno alla Kaaba.

La Kaaba è il luogo più sacro dell’Islam. I musulmani credono che sia stato ricostruito da Abramo e suo figlio Ismaele.

I pellegrini camminano/corrono anche sette volte tra il monte Safa e il monte Marwah. Questo è un ricordo di Agar (la madre di Ismaele) quando corse disperatamente tra le due colline in cerca di acqua per salvare suo figlio morente.

Apparve un angelo e mentre l’angelo colpiva la falda acquifera da un pozzo apparve, salvando così la vita della madre e del bambino.

Al pozzo è stato dato il nome Zam Zam. L’acqua del pozzo Zam Zam è sacra per i musulmani. Ora i pellegrini di un giorno possono camminare tra le due colline in tunnel con aria condizionata.

I pellegrini sono inoltre tenuti a lanciare sette sassi su ciascuna delle tre pareti che rappresentano il Diavolo. La “Lapidazione del Diavolo” viene eseguita a Mina, appena fuori La Mecca.

Nel capitolo 18 del Corano possiamo leggere dei Sette Dormienti raccontati da Maometto. Dio aveva mandato l’angelo Gabriele a rivelare a Maometto la storia dei Sette Dormienti. Il nome del capitolo 18 è “The Cave”.

Il viaggio notturno e i sette cieli

La Cupola della Roccia . Il Santuario musulmano costruito sulla Roccia del Tempio a Gerusalemme.

Si dice che questo sia anche lo stesso sito che un tempo erano il Tempio di Salomone e il Tempio di Erode.

Si narra che Maometto una notte volò sul destriero alato, di nome Buraq, dalla Mecca a Gerusalemme.

Era accompagnato dall’Arcangelo Gabriele.

Atterrò sul Monte del Tempio. Il suo viaggio continuò dalla Roccia del Tempio attraverso i Sette Cieli finché non incontrò Allah. Ha incontrato i profitti precedenti in ciascuno dei Cieli.

Muhammad ha incontrato Allah e ha chiesto il numero di volte in cui ogni credente deve pregare ogni giorno. Il numero cinque è stato concordato. Maometto tornò sano e salvo alla Mecca la stessa notte.

ParadisoProfeta
 Primo Adamo
 SecondoYahya (Giovanni Battista)
 Terzo Yusuf (Giuseppe)
 Il quarto Akhnukh (Enoch)
 QuintoHarun (Aronne)
 SestoMusa (Mosè)
SettimoIbrahim (Abramo)

I sette cieli nell’Islam:

“Il viaggio notturno di Maometto” 1514 Metropolitan Museum of Art, New York City

Le sette porte dell’inferno

Jahannam è la parola coranica per inferno. I miscredenti, i seguaci di Iblis (il diavolo) e i jinn saranno condotti a Jahannam, che è un luogo di fuoco che continua a bruciare in ogni momento.

Jahannam ha sette porte sempre aperte. (Corano – Sura 15:44). Anche l’inferno ha sette strati e i peccatori vengono inviati a strati diversi a seconda dei loro peccati.

Aqiqa

Aqiqa è un’usanza musulmana in onore di un bambino appena nato. Quando il bambino appena nato ha sette giorni, i capelli vengono rasati e gli viene dato un nome. Immediatamente dopo che il bambino ha ricevuto un nome, le pecore vengono macellate.

Vengono sacrificate due pecore (o capre) se il bambino è un maschio e una pecora se il bambino è una femmina.

Questo è un giorno di festa. È incoraggiato che una parte della carne (un terzo) venga data ai bisognosi. Non tutti i musulmani celebrano Aqiqa.

Sette leggi di Noè

Le Sette Leggi di Noè sono anche chiamate le Leggi di Noè.

Secondo il Talmud, queste leggi furono date a Noè da Dio come leggi vincolanti per tutta l’umanità.

Poiché ogni persona sulla terra è un figlio di Noè, queste leggi si applicano a tutta l’umanità, non solo agli ebrei. Questo secondo il movimento Noahide.

Si dice che ogni non ebreo che segue queste leggi si assicura un posto nel mondo a venire.

Sei di queste leggi furono date prima ad Adamo nel Giardino dell’Eden.

La settima legge “mangiare carne di un animale vivente” è stata aggiunta dopo il diluvio di Noè.

C’è un crescente movimento di non ebrei che hanno accettato queste Leggi di Noè e hanno scelto di vivere la loro vita secondo esse.

Il movimento si chiama B’nei Noach, Figli di Noè.

L’arcobaleno è il simbolo moderno del Movimento Noè.

Questo è in ricordo dell’arcobaleno che apparve dopo il Diluvio Universale della Bibbia.

  • 1. Non avrai altri idoli davanti a Dio
  • 2. Non bestemmiare il nome di Dio
  • 3. Non uccidere.
  • 4. Non rubare.
  • 5. Non commetterai incesto o adulterio, né rapporti omosessuali maschili.
  • 6. Istituirai tribunali di giustizia.
  • 7. Non mangerai la carne tagliata da un animale vivo.

(Questo implica anche: non mangiare o bere sangue)

Numero 7 a Nowruz

Nowruz è la celebrazione del capodanno iraniano. Questa festa è stata celebrata fin dall’antichità e si verifica a fine marzo. Nowruz è celebrato in molte contee.

Le sette S del Nowruz

Ci sono alcune tradizioni associate a Nowruz.

Una delle usanze è apparecchiare la tavola con le Sette S.

Le sette S (chiamate “Haft Sin” in persiano) sono i sette elementi che fissano ciascuno con la lettera S nell’alfabeto persiano.

Haft significa sette e Sin è S.

Gli elementi della tabella Haft Sin sono:

 Sabzehgermogli di grano, orzo o lenticchie che crescono in un piatto simbolo di rinascita
 Samanu un dolce budinosimbolo di ricchezza
 Senjed la frutta seccasimbolo d’amore
 Signore agliosimbolo della medicina
 Sib melesimbolo di bellezza e salute
 Somaq bacche di sommacco simbolo dell’alba
 Serkeh acetosimbolo di età e pazienza

Se manca uno dei Sin può essere scambiato con un altro Sin ad esempio sonbol – il fiore di giacinto – simbolo della primavera e il sekkeh – monete – simbolo di prosperità

I sette frutti – Afghanistan

In Afghanistan, preparano Haft Mewa (che significa sette frutti) invece di Haft Sin.

Haft Mewa è un’insalata di frutta composta da sette diversi frutti secchi, serviti nello sciroppo di frutta.

I sette frutti secchi sono:

Uvetta – Senjed – Pistacchio – Nocciola – Prugna – Noce – Mandorla

Numero 7 nella mitologia

Le 7 Pleiadi

mito greco

Le sette sorelle erano le figlie del titano Atlante e della ninfa del mare Pleione.

Le sette sorelle erano anche conosciute come “Le Pleiadi”.

I loro nomi erano:

MaiaElettraTaygateAlcyoneCalaenoSteropeMerope

Il cacciatore, Orion, inseguiva continuamente le sorelle.

Atlas era stato costretto a sostenere il globo celeste per tutta l’eternità e quindi non era in grado di difendere le sue figlie.

Zeus, il dio capo, ebbe pietà delle sette sorelle e le trasformò in stelle.

In seguito anche Orione si trasformò in una costellazione di stelle e finì poco distante dalle sette sorelle.

Si dice che Orione continui la sua ricerca delle Pleiadi.

Dao Look Gai – Mitologia thailandese

In Thailandia le Pleiadi sono conosciute come “Dao Look Gai”, le stelle del pulcino.

C’era una vecchia coppia che viveva nella foresta vicino alla collina. Erano molto poveri. Là il bene più prezioso era una gallina e le sue sette galline.

Un giorno arrivò un monaco. Lo invitarono a passare la notte. Poiché i monaci non mangiano da mezzogiorno fino all’alba, quella sera non gli offrivano altro che acqua. Sapevano che il monaco aveva bisogno di mangiare al mattino.

La coppia ha convenuto che dovevano servire al monaco il miglior pasto che potevano permettersi. Significava uccidere la chioccia.

La chioccia ha sentito la coppia parlare e ha raccolto i suoi pulcini per informarli che presto se ne sarebbe andata. Fece loro promettere di prendersi cura l’uno dell’altro e di amarsi.

La mattina dopo l’uomo ha ucciso la chioccia. I sette pulcini lo guardarono mentre arrostiva la loro madre su un fuoco aperto.

I sette pulcini erano così devastati che si gettarono tutti nel fuoco per stare con la madre. I sette pulcini sono poi rinati come stelle e possono essere visti come l’ammasso di sette stelle nel cielo.

Se un bambino nasce quando la luna passa Dao Look Gai è considerato di buon auspicio. Il bambino avrà molta fortuna.

Numero 7 nella mitologia: Le 7 Esperidi

Atlante e le Esperidi” Pittore John Singer Sargent (1856-1925) Museum of Fine Arts, Boston, MA

In una versione del mito greco, Atlas era anche il padre delle Sette Esperidi (figlie della Stella della Sera).

Hanno custodito l’albero con le mele d’oro. Gaia aveva dato l’albero a Era (la dea regina) quando sposò Zeus (il dio principale).

Il giardino con l’albero delle mele d’oro si trovava vicino al luogo dove Atlante portava sulle spalle il globo celeste.

Nella versione del mito che proclama Atlante come il padre, ai sette vengono dati i nomi:

gle
Aretusa
Eritea
Estia
Hespera
Herperusa
Hespereia

In altre versioni ci sono solo tre Esperidi.

Vedi il numero 3.

Apollo e il numero 7 nella mitologia

Il numero sette è il numero sacro di Apollo. Era uno degli dei greci più importanti.

Apollo era figlio di Zeus e Leto e fratello gemello di Artemide (Diana nel mito romano). Apollo era conosciuto come il capo delle Nove Muse.

Era anche il dio che poteva diffondere la peste con le sue frecce, ma poteva anche curare le malattie. Apollo era associato alla profezia e all’Oracolo di Delfi.

Si dice che sia nato il settimo giorno del settimo mese.

Ulisse e Calipso

L’eroe greco, Ulisse, ha avuto molti incontri e avventure nel suo lungo viaggio di ritorno da Troia. Verso la fine del suo viaggio Ulisse fa naufragio ed è anche l’unico sopravvissuto. Riuscì ad aggrapparsi ad alcune travi galleggianti.

Sette giorni dopo approdò sull’isola di Ogigia.

L’isola di Ogigia era la dimora della bella ninfa di nome Calipso. Si innamorò perdutamente di Ulisse e gli promise l’immortalità e l’eterna giovinezza se lui avesse promesso di impegnarsi con lei per tutta la vita.

Calipso tenne in ostaggio Ulisse sull’isola per sette anni.

Ulisse si sentiva sempre più disperato e voleva solo tornare a casa da sua moglie Penelope.

Alla fine gli dei ebbero pietà di Ulisse e inviarono Hermes (il dio messaggero) per ordinare a Calipso di lasciar andare Ulisse.

Sette contro Tebe

Edipo, re di Tebe, fu dichiarato colpevole di incesto e omicidio.

Fu costretto a dimettersi dal trono.

  • Quando i suoi due figli, Eteocle e Polinice si rivoltarono contro di lui, Edipo li maledisse.
  • due fratelli hanno deciso di governare a turno Tebe ogni due anni. Dopo il primo anno Eteocle rifiutò di dimettersi dal trono.
  • Polinice ha formato un esercito guidato da sette comandanti per prendere Tebe con la forza.
  • Questi sono i Sette contro Tebe: Anfiarao –Eteoclo – Capaneo – Ippomedonte – Partenopeo – Tideo – Polinice
  • Polinice era uno dei sette comandanti. Dopo molti combattimenti, fu deciso che i due fratelli si sarebbero incontrati in un unico combattimento.
  • In quell’ultimo combattimento Polinice ed Eteocle si uccisero a vicenda.

La maledizione di Edipo si è avverata

Iside e gli scorpioni

– Mitologia egizia: Iside era la sorella e la moglie di Osiride. Il loro fratello malvagio ha ucciso Osiride.

Seth ha poi dato a Iside sette scorpioni.

Questi sette scorpioni hanno promesso di proteggere Iside e suo figlio non ancora nato.

Iside arrivò in un villaggio e chiese rifugio in una casa di una donna molto ricca. La donna non ha riconosciuto Iside e le ha sbattuto la porta in faccia.

Iside trovò allora una povera contadina che l’accolse nella sua casa e le diede rifugio.

I sette scorpioni erano furiosi con la donna benestante e decisero di vendicarsi.

Uno degli scorpioni si insinuò nella casa della donna ricca e punse suo figlio. La madre ha gridato aiuto mentre suo figlio stava morendo, ma nessuno l’avrebbe aiutata. Iside ebbe pietà della donna.

La dea ha pronunciato un incantesimo e neutralizzato il veleno. Il bambino si è subito ripreso.

La ricca donna era estremamente grata. Ha donato tutti i suoi averi a Iside e alla povera contadina.

Potrebbe piacerti anche......

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.