Significato e Simbolismo del Numero 4

Il numero è il numero della stabilità, dell’ordine e del completamento della giustizia. Il numero 4 è il numero della terra e dell’umanità.

Il numero 4 è il numero del quadrato. Il numero 4 simboleggia la costruzione di solide fondamenta.

Significato e Simbolismo del Numero 4
  • Ci sono quattro punti cardinali: Nord – Sud – Est – Ovest
  • Ci sono quattro venti. Ci sono quattro fasi lunari. Ci sono quattro stagioni.
  • In Occidente abbiamo quattro elementi: terra – aria – fuoco – acqua.

Numero 4 – Un numero perfetto

I pitagorici credevano che il numero quattro, la tetrade, fosse un numero perfetto.

Insegnavano che la Tetrade simboleggiava Dio.

Nella filosofia pitagorica ci sono quattro parti dell’anima: mente – opinione – scienza – senso

Il Quadrifoglio

Si crede che il quadrifoglio porti fortuna a chi lo trova,

soprattutto se si trova inaspettatamente. Ognuna delle quattro foglie simboleggia qualcosa di speciale:

speranza – fede – amore – Fortuna

Il quarto anniversario

Il quarto anniversario è tradizionalmente celebrato con frutta e fiori nel mondo occidentale.

Astrologia e Tarocchi

Il cancro è il quarto segno zodiacale. 22 giugno – 22 luglio Il numero quattro è il numero di Marte.

Il numero quattro è fortunato per Leone e Scorpione.

Nei Tarocchi il numero quattro è la carta dell’Imperatore.

L’Imperatore rappresenta i beni materiali e l’autorità mondana.

Al contrario significa immaturità.

Tetrafobia

La tetrafobia o la paura del numero 4 è comune nell’Asia orientale. Potresti notare la Tetrafobia in particolare in Cina, Giappone e Taiwan.

In questi paesi quattro è pronunciato come la parola “morte” (shi).

Molti condomini e edifici commerciali, ospedali e hotel salteranno la stanza e il piano numero quattro.

Lo stesso vale per l’industria e le loro navi militari.

Quando si visita non fare mai un regalo composto da quattro pezzi, ad esempio non regalare mai quattro fiori. Sarebbe un enorme insulto.

Popolo pueblo

Il numero quattro è sacro per il popolo Pueblo. Il simbolo del sole Zia Pueblo è usato sulla bandiera del New Mexico, USA.

Le quattro serie di quattro strisce simboleggiano: quattro stagioni – quattro direzioni – quattro angoli della terra – quattro elementi

Libro delle Porte

Nel “ Libro delle Porte ” gli umani sono divisi in quattro diverse razze: egiziano – asiatico – libico – nubiano

Le 4 caste in India

In India c’erano quattro diverse caste (classi).

Quasi ogni persona apparteneva a una delle quattro caste. Questo è stato determinato dalla nascita, sei sempre appartenuto alla casta dei tuoi genitori.

Alcune persone erano così sfortunate da non appartenere a nessuna casta, erano conosciute come gli “intoccabili”. Oggi sono chiamati i “dalit”.

C’erano regole rigide per ciò che ogni casta poteva o non poteva fare. Ogni casta aveva anche molte sottocaste.

Anche se ora il governo ha messo fuori legge il sistema delle caste, è ancora praticato in molte parti dell’India.

Essendo una parte vitale della società indiana da oltre duemila anni, è stato dimostrato che ci vuole tempo per cambiare il modo di vivere e di pensare.

Le quattro caste sono:

  1. Bramini: sacerdoti, studiosi e filosofi
  2. Kshatriyas: guerrieri e governanti
  3. Vaishyas: commercianti, mercanti e agricoltori
  4. Shudra: lavoratori e servi

Aceto dei Quattro Ladri

L’aceto dei quattro ladri era una miscela segreta di erbe che si credeva fosse consumata dai ladri durante la peste in Francia.

Si diceva che queste erbe fossero la ragione per cui i ladri potevano derubare i malati e i morti senza ammalarsi loro stessi. Le quattro erbe erano timo, lavanda, salvia e rosmarino.

Londra bruciata per 4 giorni

L’incendio di Londra è durato quattro giorni. Iniziò il 2 settembre 1666 a Pudding Lane, nella casa del panettiere del re.

Oltre 13000 case sono state bruciate e quasi il 90% della popolazione della città ha perso le proprie case.

Essere appeso, disegnato e squartato

Immagine di un cartello al di fuori del pub Hung, Drawn and Quartered a Tower Hill, London

Essere impiccato, estratto e squartato era la punizione completa per l’alto tradimento nell’Inghilterra medievale.

Il condannato veniva condannato ad essere trascinato su un telaio di legno nel luogo dell’esecuzione (trafilato) essere appeso per il collo fino quasi morto (impiccato) essere decapitato e diviso in quattro parti (quartato)

Edward Despard fu l’ultima persona ad essere condannata ad essere impiccata, disegnata e squartata il 21 febbraio 1803.

4 chiese rotonde in Inghilterra

Ci sono solo quattro chiese rotonde che si trovano in Inghilterra.

  • 1. Temple Church a Londra
  • 2. La chiesa rotonda di Sant’Andrea il Grande a Cambridge
  • 3. Il Santo Sepolcro a Northampton
  • 4. Chiesa di San Giovanni Battista a Little Maplestead, Essex

Il quarto presidente

James Madison è stato il quarto presidente degli Stati Uniti. 1809 – 1817.

  • È stato il principale autore della Costituzione degli Stati Uniti. Madison era alta solo cinque piedi e quattro.
  • Sua moglie, Dolly Todd, aveva 17 anni in meno.

Possedeva una piantagione di tabacco in Virginia e aveva molti schiavi.

Presidenti assassinati

Quattro presidenti degli Stati Uniti sono stati uccisi in carica.

  1. Abraham Lincoln – 15 aprile 1865
  2. James A. Garfield – 19 settembre 1881
  3. William McKinley – 14 settembre 1901
  4. John F. Kennedy – 22 novembre 1963

Il 4 luglio è il “Giorno dell’Indipendenza” negli Stati Uniti. 56 delegati firmarono la Dichiarazione di Indipendenza il 4 luglio 1776.

Due presidenti morirono il 4 luglio 1826.

  • John Adams (2° presidente degli Stati Uniti) e Thomas Jefferson (3° presidente degli Stati Uniti) morirono entrambi lo stesso giorno.
  • James Monroe (5° presidente degli Stati Uniti) morì il 4 luglio 1831

Una quartina

Una quartina è una poesia o una strofa composta da quattro versi

Il libro “Le profezie” di Nostradamus (1503 – 1566) contiene 941 quartine rimate.

Numero 4 nella Bibbia

Il numero quattro è il numero della croce.

  • Ci sono quattro lettere nel nome di Dio: JHVH
  • Ci sono quattro fiumi che sgorgano dall’Eden. Genesi 2:10
  • Pisone – Gihon – Tigri – Eufrate

Venti e Bestie

“Ho visto nella mia visione di notte, ed ecco, i quattro venti del cielo agitavano il grande mare. E dal mare salirono quattro grandi bestie, diverse l’una dall’altra». Daniele 7:2

“e manderà i suoi angeli al suono di tromba, ed essi eleggeranno dai quattro venti, da un’estremità all’altra del cielo”. Matteo 24:31

Le vesti di Gesù

“Quando i soldati ebbero crocifisso Gesù, presero le sue vesti e ne fecero quattro parti, una per ogni soldato…” Giovanni 19:23

Lazzaro

“Or quando Gesù venne, trovò che Lazzaro era già da quattro giorni nel sepolcro”. Giovanni 11:17

Lazzaro era il fratello di Maria e Marta. Gesù gridò: “Lazzaro esci”.

Giuseppe e i suoi 4 sogni

Un angelo apparve quattro volte in sogno a Giuseppe.

  • Primo sogno: L’angelo disse a Giuseppe di non temere di prendere Maria per sua sposa, perché ciò che era stato concepito in lei era dello Spirito Santo. L’angelo disse a Giuseppe che Maria avrebbe avuto un figlio e che il suo nome doveva essere Gesù. Matteo 1:20-21
  • Secondo sogno: L’angelo disse a Giuseppe di prendere sua moglie e fuggire in Egitto. Matteo 2:13
  •  Terzo sogno: L’angelo disse a Giuseppe che poteva tornare nella terra d’Israele. Matteo 2:20
  •  Quarto sogno: L’angelo disse a Giuseppe di trasferirsi a Nazaret. Matteo 2:22-23

I 4 Campi

C’erano quattro accampamenti per le dodici tribù d’Israele – un accampamento per ogni gruppo di tre.

Gli emblemi dei quattro campi erano:

  • Il Leone
  • L’uomo
  • Il Toro/Bue
  • L’Aquila

I quattro evangelisti

I quattro evangelisti hanno gli stessi emblemi:

  • San Marco – Il Leone
  • San Matteo – L’uomo
  • San Luca – Il Toro/Bue
  • San Giovanni – L’Aquila

Quattro creature dal trono

In Apocalisse 4:6 – quattro creature presso il trono.

  • 1. La prima creatura era come un leone.
  • 2. La seconda creatura era come un’aquila in volo.
  • 3. La terza creatura era come un uomo.
  • 4. La quarta creatura era come un’aquila in volo.

quattro cavalieri dell'Apocalisse

I quattro cavalieri dell’Apocalisse

“I quattro cavalieri dell’Apocalisse” (1887) del pittore russo Victor Mikhailovich Vasnetsov.

In Apocalisse: i quattro cavalieri dell’Apocalisse.

  1. Il primo cavaliere cavalca un cavallo bianco. Porta un arco e riceve una corona. Il suo potere è conquistare.
  2. Il secondo cavaliere cavalca un cavallo rosso. Porta una spada e ha il potere di rimuovere la pace dalla terra.
  3. Il terzo cavaliere cavalca un cavallo nero. Porta un equilibrio. Ha il potere di portare la carestia nel mondo.
  4. Il quarto cavaliere cavalca un cavallo pallido. Porta una spada. Il suo potere è la morte ed è seguito da Ade.

I quattro angeli

Ci sono quattro angeli in piedi ai quattro angoli della terra, che trattengono i quattro venti della terra. Apocalisse 7:1

Ci sono quattro angeli legati al grande fiume Eufrate. Quando vengono rilasciati portano la morte a un terzo dell’umanità. Apocalisse 9:14

Numero 4 nel giudaismo

Pasqua

Quattro calici di vino – Quattro bambini – Quattro domande

Pesach (Pasqua) è la festa celebrata ogni primavera per commemorare l’esodo degli israeliti dalla schiavitù in Egitto e una celebrazione della libertà.

Prende il nome dal passaggio di Dio sulle case degli israeliti quando uccise i primogeniti degli egiziani.

Il pasto del Seder si svolge durante la prima sera di Pasqua.

Gli ebrei raccontano la storia dell’Esodo d’Egitto durante il pasto del Seder.

“E in quel giorno dirai a tuo figlio: “È a causa di ciò che il Signore ha fatto per me quando sono uscito dall’Egitto”. Esodo 13:8

Questo è un pasto in famiglia, ma spesso gli amici sono invitati. Anche i non ebrei sono invitati a partecipare. Seder significa ordine.

L’Haggadah è un libro contenente l’ordine del pasto del Seder con testi e canzoni. Ogni persona intorno al tavolo prende parte attiva leggendo brani e cantando insieme.

  • Un piatto speciale di Seder è preparato con cibo di grande simbolismo. Vai al numero 6 nel giudaismo
  • Durante il pasto del Seder è obbligatorio bere quattro bicchieri di vino (o succo d’uva).
  • Queste quattro coppe simboleggiano la liberazione promessa da Dio. Esodo 6:6-7

Le quattro coppe di vino:

 La prima tazza“Ti farò uscire da sotto i pesi degli Egiziani”
 La seconda tazza“Ti libererò dalla loro schiavitù”
 La Terza Coppa“Ti riscatterò…”
 La Quarta Coppa“Ti prenderò per il mio popolo…”

Nella Haggadah è la storia di quattro bambini diversi

1. Il primo figlio è il bambino saggio che cerca profondità e significato nella storia della Pasqua

2. Il secondo figlio è il bambino malvagio di natura sleale che si segrega dal popolo ebraico e non vede il significato nella propria vita.

3. Il terzo figlio è il bambino semplice – Questo bambino è timido e ingenuo che vuole sapere come fare le cose, ma non perché.

4. Il quarto figlio è quello che non sa abbastanza per fare domande.

Le quattro domande

Durante il pasto del Seder un bambino farà quattro domande, il bambino può cantare queste quattro domande. Perché questa notte è diversa da tutte le altre notti?

  • 1. Perché tutte le altre notti mangiamo chametz o matzah, e in questa notte solo matzah (pane azzimo)?
  • 2. Perché tutte le altre sere mangiamo qualsiasi tipo di verdura, e in questa notte solo quelle amare?
  • 3. Perché tutte le altre notti non abbiamo bisogno di immergere nemmeno una volta (il nostro cibo), in questa notte lo facciamo due volte?
  • 4. Perché tutte le altre notti mangiamo seduti in posizione eretta o sdraiati, e in questa notte ci adagiamo tutti?

Risposta alle quattro domande – versione breve.

  1. Gli schiavi d’Egitto mangiavano pane azzimo. Durante l’esodo dall’Egitto dovettero partire in fretta e furia e avevano solo pane azzimo.
  2. Il vegetale amaro ricorda l’amarezza e le difficoltà che gli ebrei dovettero sopportare come schiavi in ​​Egitto.
  3. L’acqua salata usata per intingere il cibo, simboleggia le lacrime degli schiavi ebrei.
  4. Nell’antichità solo le persone libere si sdraiavano a tavola mentre gustavano il loro pasto. Gli schiavi dovevano stare seduti dritti.

Purim

I Quattro Mitzvot (comandamenti) di Purim Purim è una gioiosa festa ebraica che commemora la storia di Ester.

  • Il malvagio Haman (primo ministro) trama per spazzare via il popolo ebraico dell’antica Persia.
  • Ester sposò il re, che all’epoca non sapeva di essere ebrea.
  • La regina Ester ha superato in astuzia Haman e ha salvato il suo popolo.
  • Questo è il festival per festeggiare, mostrare compassione, indossare costumi e divertirsi.

Le quattro mitzvot

1. La Mitzvah di Megillah (rotolo) Ester (il libro di Ester) Il libro di Ester viene letto due volte per raccontare la storia di Purim ogni anno nella sinagoga.

Ogni volta che viene menzionato il nome di Haman, il suo nome sarà sopraffatto da racchette di piedi che calpestano, urla e piroette di gragger. I bambini arriveranno alla sinagoga indossando costumi.

2. Il Mitzvah di Mishloach Manot Ciò richiede che un ebreo faccia almeno due regali a un amico, un vicino o un parente. I doni sono di cibo pronto da mangiare.

Questo può essere ad esempio noci, frutta e patatine e così via.

3. La Mitzvah di Matanot L’Evyonim – Carità È l’obbligo di fare doni di carità ad almeno due diversi poveri.

4. La Mitzvah di Purim Seudah Questo è il requisito per prendere parte a una festa festiva di Purim. Questa festa di Purim è molto gioiosa. In alcune feste di Purim si consuma molto alcol.

Queste feste possono anche comportare l’uso di costumi. Questa è una festa per celebrare che il nemico è stato sconfitto ancora una volta.

Capodanno per gli alberi

Quattro coppe di vino a Tu B’Shevat – Capodanno per gli alberi Questo è il giorno per calcolare l’età di un albero. Si ritiene che un albero abbia invecchiato un anno su Tu B’Shevat.

Questo è importante secondo Levitico 19:23-25:

“Quando verrai nel paese e pianterai ogni sorta di alberi per il cibo, allora considererai il loro frutto come proibito, per tre anni ti sarà proibito, non se ne dovrà mangiare. E nel quarto anno tutti i loro frutti saranno santi… ma nel quinto anno potrai mangiare del loro frutto».

Tu B’Shevat è il 15° giorno del mese ebraico Shevat (fine gennaio, inizio febbraio) “Tu” significa 15°.

Questa festa può essere celebrata piantando un albero e mangiando frutti originari di Israele.

Quattro coppe di vino possono essere consumate durante le benedizioni di questa festa.

  1. La prima tazza è il vino bianco.
  2. La seconda coppa è vino bianco mescolato con un po’ di vino rosso.
  3. La terza coppa è vino rosso con l’aggiunta di un po’ di vino bianco.
  4. La quarta coppa è il vino rosso.

Sukkot

Le quattro specie di Sukkot – Le feste delle capanne: Durante questa festa si tengono in mano quattro specie mentre pronunciano una benedizione.

Le quattro specie sono rinunciate ai quattro angoli della terra, al cielo in alto e alla terra in basso.

“E prenderai uno il primo giorno il frutto di alberi buoni, rami di palme e rami di alberi frondosi e salici del ruscello; e per sette giorni ti rallegrerai davanti al Signore tuo Dio». Levitico 23:40

Le quattro specie utilizzate sono:

agrumiramo di palmamirtoSalice

I lati del Dreidel

Il dreidel è un popolare ruota che gira. Il gioco spin the dreilel è tradizionalmente giocato a Hanukkah . Su ogni lato è stampata una lettera ebraica.

Le quattro lettere ebraiche del dreidel sono; suora – gimel – ehi – shin. Queste quattro lettere sono le iniziali della frase: “Là accadde un grande miracolo”. (Nes Gadol Heyah Sham).

Questo è il miracolo dell’olio.

In Israele la lettera shin è sostituita con la lettera peh, facendo le iniziali della frase “Qui è accaduto un grande miracolo”.

Come giocare a “Gira il Dreidel”

Ogni giocatore inizia con circa 10-15 pezzi di cioccolato, noci o altro. Ogni giocatore mette un pezzo sul tavolo. Il giocatore più giovane inizia il gioco facendo girare il dreidel. I giocatori, a turno, girano il dreidel.

A seconda di quale lato si trova quando il dreidel si ferma, viene intrapresa l’azione appropriata. Il gioco finisce quando un giocatore ha vinto tutto.

  • 1. Il dreidel atterra con la suora: non succede nulla.
  • 2. Il dreidel atterra con gimel up: il giocatore vince l’intero piatto.
  • 3. Il dreidel atterra con hey up: il giocatore vince metà dei pezzi nel piatto.
  • 4. Il dreidel atterra con lo stinco in su: il giocatore aggiunge un pezzo al piatto.

Le 4 matriarche

Ci sono quattro Matriarche – antenate.

  1. Sarah: Era la moglie di Abramo e madre di Isacco
  2. Rebecca: Era la moglie di Isacco e madre dei gemelli Esaù e Giacobbe
  3. Lea: Era la moglie di Giacobbe e madre di sei dei dodici figli di Giacobbe; Ruben, Simeone, Levi, Giuda, Issacar e Zabulon. Era anche la madre della figlia di Giacobbe; Dinah
  4. Rachele: Era la moglie di Giacobbe e la madre di due dei dodici figli di Giacobbe; Giuseppe e Beniamino. Jacob ha avuto figli con quattro donne diverse. Leah – Bilhah (serva di Rachel) – Zilpath (serva di Leah) – Rachel

Numero 4 nel buddismo

Siddhartha Gautama era il figlio del re Suddhodana e della regina Maha Maya. Nacque a Lumbini, nell’odierno Nepal, nel 563 a.C.

Morì a Kushinagar, in India, nel 483 a.C.

  • Il nome Siddhartha significa: “colui che raggiunge il suo scopo”.
  • È il fondatore del buddismo.
  • Siddhartha è cresciuto nel lusso. Ha sposato Yasodhara. Ha dato alla luce il loro figlio, di nome Rahula.

Poco dopo la nascita del figlio, Siddhatha lasciò il palazzo e la sua famiglia. Era profondamente turbato dalle quattro cose che aveva visto.

  1. Un vecchio storpio
  2. Un uomo malato
  3. Un cadavere in decomposizione
  4. Un asceta, un monaco

Siddhatha lasciò tutto alle spalle e iniziò la sua ricerca per trovare la verità sulla sofferenza e su come porvi fine.

Si dice che abbia raggiunto l’illuminazione mentre meditava sotto un albero della Bodhi.

Ora conosceva la risposta alla sofferenza e come porvi fine. La risposta è stata “Le quattro nobili verità”.

Immagine: Wat Phra Yuen Plutthabat Yukhon Amphoe Laplae, provincia di Uttaradit, Thailandia

Numero 4 nel buddismo: le quattro verità dei Nobel

La natura della sofferenza. Nascita, morte, dolore, dolore, disperazione sono tutte sofferenza – e l’elenco potrebbe continuare all’infinito

  • L’origine della sofferenza.
  • Una causa sarebbe il desiderio
  • La cessazione della sofferenza.
  • Libertà e cessazione del desiderio.
  • La via che porta alla cessazione della sofferenza.
  • La via che significa la Nobile Ottuplice Via
  • Dukkha – Samudaya – Nirodha – Mãrga

“Trattenere la rabbia è come afferrare un carbone ardente con l’intento di lanciarlo a qualcun altro; tu sei quello che si brucia”. Gautama Buddha, fondatore del buddismo

“Alziamoci e ringraziamo, perché se non abbiamo imparato molto oggi almeno abbiamo imparato un po’, e se non abbiamo imparato poco, almeno non ci siamo ammalati, e se ci siamo ammalati , almeno non siamo morti; quindi cerchiamo di essere tutti grati.” Gautama Buddha, fondatore del buddismo

Numero 4 nella mitologia

4 fiumi, 4 nani e l’albero della vita nel mito norreno

Nella mitologia norrena quattro fiumi di latte scorrevano dai capezzoli della mucca Audhumla.

Questa è la mucca che ha leccato il sale dalla pietra da cui è stato creato Buri.

  • Buri era il primo dio e nonno di Odino (il famoso capo degli dei)
  • Anche nel mito norreno c’erano quattro nani che sostenevano il cielo.
  • Erano collocati in ogni angolo del mondo e i loro nomi erano:
  • Nord – Sud – Est – Ovest.
  • Nel mito norreno troviamo Yggdrasil l’Albero della Vita.
  • Quattro cervi vivevano in questo albero.
  • I loro nomi erano: Dåin, Dvalin, Dunøyr e Duratro.

La dea Freyja

Freyja era la dea dell’amore, della bellezza, della magia e della morte nella mitologia norrena.

  • Possedeva una splendida collana di nome Brisingamen.
  • Un giorno, mentre stava passeggiando, arrivò a un’enorme pietra dove vivevano alcuni nani. La pietra era aperta ed entrò Freyja.
  • Una volta dentro, vide la collana più bella su cui avesse mai posato gli occhi.
  • Ce l’avevano fatta i quattro nani che vivevano nella pietra. I nani erano maestri dell’artigianato.
  • Freyja pregò di acquistare la collana. I nani non lo venderebbero per nessuna quantità d’oro.
  • Freyja ha chiesto loro di indicare il loro prezzo. Risposero che avrebbe potuto tenere la collana se avesse passato una notte con ciascuno dei quattro nani. Freyja ha accettato l’accordo.

Dopo quattro notti d’amore, se ne andò con la collana. Fu così che Freyja divenne il proprietario di Brisingamen.

Helios e i suoi cavalli nella mitologia greca

Helios era il dio del sole. Aveva un carro fatto d’oro e di gemme preziose. Era trainato da quattro cavalli. I nomi dei cavalli erano:

Eous – thon Phlegon – Pyrois

Helios faceva viaggi giornalieri attraverso il cielo da est a ovest. Helios ha visto e sentito tutto.

Nel 290 a.C. a Rodi fu costruita una gigantesca statua di Helios. Era alto 140 piedi. La statua di Helios cadde nel terremoto del 226 a.C.

Nel mito romano Helios è chiamato Sol.

I 4 Re Drago – Mito Cinese

I quattro Re Drago governano i quattro mari, ogni mare corrispondente a una delle quattro direzioni cardinali.

I Re Drago vivono in palazzi di cristallo. I palazzi sono sorvegliati da generali granchi e soldati gamberetti.

I Re Drago hanno il potere di controllare le nuvole e la pioggia, oltre ai mari. Se sono sconvolti, causeranno inondazioni.

  1. Re Drago d’Oriente – Ao Guang
  2. Dragon King of the West – Ao Run
  3. Re Drago del Nord – Ao Shun
  4. Re Drago del Sud – Ao Qin

I quattro figli di Lir – Mito irlandese

Lir era il dio del mare. Lir e Aeb ebbero quattro figli, una femmina e tre figli.

La ragazza si chiamava Fionuala. Un figlio si chiamava Aodh e i gemelli si chiamavano Fiachra e Conn.

Aeb morì e Lir sposò sua sorella, Aoife. I quattro bambini sono stati trasformati in cigni dalla loro gelosa matrigna.

Furono condannati a vivere come cigni per 900 anni. Hanno dovuto sopportare le acque fredde, affascinando i loro ascoltatori con le loro canzoni.

L’incantesimo poteva essere rotto solo se i bambini fossero stati benedetti da un monaco.

Fortunatamente San Patrizio ha convertito l’Irlanda al cristianesimo e alla fine l’incantesimo si è rotto. I bambini erano invecchiati, ma furono battezzati prima di morire.

“I figli di Lir”, scultura nel Giardino della Rimembranza a Dublino, Irlanda.

I vasi canopi

I quattro figli di Horus – Mitologia egizia

Questi vasi sono stati posti intorno ai morti.

I quattro vasi erano rappresentativi per i quattro figli di Horus.

  1. La giara di Duamutef conteneva e proteggeva lo stomaco del defunto. Era posizionato nell’angolo est.
  2. Il vaso di Qebehseneuf conteneva e proteggeva gli intestini. Era posizionato nell’angolo ovest
  3. Il vaso di Hapi conteneva e proteggeva i polmoni. Era posizionato nell’angolo nord.
  4. Il vaso di Imsety conteneva e proteggeva il fegato. Era posizionato nell’angolo sud.

Il cuore è rimasto nel corpo. Il cervello è stato buttato fuori.

Potrebbe piacerti anche......

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.