Significato e simbolismo del numero 10

Il numero dieci era il più sacro dei numeri secondo i pitagorici. Hanno prestato giuramento per numero dieci.

Il significato del numero 10

La prima lettera della parola greca “deca” (dieci) è formata come un triangolo. I pitagorici usavano il loro simbolo sacro del tetraktys quando prestavano giuramento.

Significato e simbolismo del numero 10

Era comune usare i ciottoli. I sassi erano disposti in un triangolo perfetto:

1+2+3+4 (=10), chiamato tetraktys.

La parola greca per ciottoli, kalkuli, è la fonte della nostra parola “calcolare”.

I birilli sono disposti nella stessa forma dei tetraktys: 1+2+3+4=10

La carta dei Tarocchi 10

  1. Nei Tarocchi dieci è la carta della Ruota della Fortuna.
  2. La Ruota simboleggia l’inizio di un nuovo ciclo.
  3. Può anche indicare di ricevere una fortuna inaspettata.
  4. Al contrario porta sfortuna e cambia in peggio.

Fatti divertenti casuali sul numero 10

  • Il Capricorno è il decimo segno zodiacale dello Zodiaco. (21 dicembre – 20 gennaio)
  • Dieci è il punteggio più alto possibile nelle competizioni olimpiche.
  • Il bordo superiore della porta da basket è sempre 10 piedi sopra il campo.
  • Il neon ha il numero atomico 10.
  • L’Interstate 10 è un’autostrada da costa a costa negli Stati Uniti. Va dalla Florida alla California.
  • La lunghezza della tua mano (se adulto) è 1/10 della tua altezza totale.
  • La Virginia divenne il decimo stato degli Stati Uniti. (25 giugno 1788)
  • Il numero 10 di Downing Street è la residenza e l’ufficio del Primo Ministro del Regno Unito, spesso indicato come “Numero 10”.

Il decimo presidente

John Tyler è stato il decimo presidente degli Stati Uniti. 1841-1845. John Taylor fu vicepresidente sotto il presidente Harrison.

Harrison morì dopo 32 giorni e Taylor divenne il decimo presidente.

Possedeva schiavi per tutta la vita. Fu il primo presidente a sposarsi durante il suo mandato. Taylor aveva 15 figli.

Ha ribattezzato la sua piantagione “Foresta di Sherwood” perché si sentiva messo fuorilegge dal Partito Whig.

10 lettere sul grafico di Snellen

Ci sono dieci lettere sul grafico di Snellen. Il grafico di Snellen è stato creato dall’oculista Hermann Snellen (olandese) nel 1862. Le dieci lettere sono:

C – D – E – F – L – N – O – P – T – Z

Calendario della Rivoluzione Francese

  • L’orologio delle dieci ore – La settimana di dieci giorni
  • Nel “Calendario della Rivoluzione Francese” ogni mese era diviso in tre settimane di dieci giorni.
  • Il decimo giorno era il giorno del riposo.
  • I cinque giorni in più necessari per un anno intero sono stati aggiunti alla fine di ogni anno.
  • Le settimane erano chiamate “decenni”.
  • Ogni giorno era diviso in dieci ore, ogni ora in 100 minuti decimali e ogni minuto in 100 secondi decimali.
  • Dopo 12 anni di settimane di dieci giorni, Napoleone pose fine al “Calendario della Rivoluzione Francese” nel 1806.

Scala Richter Misura in dieci volte

La scala Richter è misurata in aumento di dieci volte dell’energia. La scala Richter misura la forza dei terremoti.

Prende il nome da Charles Richter che ha sviluppato la scala.

Usando questa scala un terremoto con 7 punti è dieci volte più potente di un terremoto con 6 punti.

Un terremoto con colossali 10 punti della scala Richter non è mai stato registrato. I terremoti alle 6 e oltre sono considerati gravi e possono causare molti danni.

Ildegarda di Bingen

– il decimo figlio e la decima: Ildegarda (1098-1179) una badessa dalla Germania era un mistico cristiano e visionario.

Era la decima figlia. I suoi genitori la offrirono come decima (dandone un decimo) alla chiesa quando aveva otto anni. Era abbastanza comune dare il decimo figlio alla chiesa.

Hildegard ebbe molte visioni. Ha scritto libri, poesie, musica e canzoni. Ildegarda era impegnata in teologia, scienza e guarigione.

È risaputo che aveva fede nelle erbe medicinali e nelle pietre di cristallo curative. Hildegard ha anche scritto sulla sessualità delle donne, come una delle prime a farlo.

Il viaggio di 10 anni di Ulisse

“Ulisse e le sirene” – 1891 Pittore: John William Waterhouse

Nella mitologia greca è chiamato Odisseo. Nella mitologia romana è chiamato Ulisse.

La guerra di Troia durò dieci anni. Ulisse fu un grande eroe in questa guerra. Dopo la caduta di Troia, Ulisse iniziò il suo viaggio di ritorno a Itaca e a sua moglie Penelope.

Ha trascorso dieci anni in questo viaggio di ritorno a casa. Ulisse ei suoi uomini hanno sopportato molte difficoltà e avventure durante quei dieci anni. Quando Ulisse arrivò a casa, era l’unico sopravvissuto.

La drammatica storia dei dieci anni di viaggio di Ulisse verso casa può essere letta nei poemi epici greci, Odissea, di Omero.

Numero 10 nella Bibbia

Labano, suocero e zio di Giacobbe, cambiò dieci volte il salario di Giacobbe. “tuo padre mi ha ingannato e ha cambiato dieci volte il mio salario…” Genesi 31:7

Gesù guarì dieci lebbrosi. Dei dieci solo uno tornò a ringraziare Gesù. Quello che è tornato era un samaritano. Luca 17:12-19

Le dieci piaghe d’Egitto

  1. Il popolo israelita era schiavo in Egitto. Dio chiamò Mosè ad andare dal Faraone e gli chiese di liberare il popolo d’Israele.
  2. Mosè e suo fratello, Aronne, si avvicinarono al faraone e gli chiesero di liberare gli schiavi israeliti.
  3. Quando il Faraone si rifiutò di farlo, Dio impose all’Egitto dieci piaghe.
  4. Fu solo alla decima e ultima piaga che il Faraone lasciò finalmente andare il popolo d’Israele.

“La settima peste” 1823 Pittore: John Martin. Museo delle Belle Arti, Boston

Le storie delle piaghe d’Egitto sono raccontate da ebrei, cristiani e musulmani, sebbene abbiano versioni diverse in alcune parti della storia.

Le dieci piaghe:

SangueEsodo 7:14-25 L’acqua del fiume Nilo si trasformò in sangue, uccidendo tutti i pesci e la vita acquatica.
 raneEsodo 8:1-8 Invasione di rane assolutamente ovunque.
mosceriniEsodo 8:16-19 Moscerini che coprono uomini e bestie.
Animali selvatici o moscheEsodo 8:20-30 Sciami di mosche o di animali selvatici che danneggiano l’uomo e il bestiame.
Malattia su bestiame vivoEsodo 9:1-7 Tutto il bestiame degli Egiziani morì, ma dei figli d’Israele non morì nessuno.
bolleEsodo 9:8-12 Bolle che scoppiano sull’uomo e sulla bestia attraverso il paese d’Egitto.
Tempeste di grandineEsodo 9:13-35 In mezzo alla grandine vi fu grandine e fuoco che ardeva continuamente.
locusteEsodo 10:1-20 Le locuste coprivano la faccia del paese, così che nessuno potesse vedere il paese.
  BuioEsodo 10:21-29 Per tre giorni fitte tenebre riempirono il paese d’Egitto. Le persone non potevano vedersi, né alcuno si alzava dal suo posto. A quel tempo l’egiziano credeva nel dio del sole, Ra. Questa piaga sembra dimostrare il potere del Dio degli israeliti.
  MorteEsodo, capitoli 11 e 12 L’Angolo della Morte uccise il primogenito in ogni famiglia d’Egitto.Dio disse a Mosè che gli Israeliti sarebbero stati risparmiati se avessero segnato il loro stipite con il sangue di un agnello.L’Angolo della Morte oltrepassò ogni casa contrassegnata con l’agnello sangue sullo stipite, risparmiando tutti i primogeniti israeliti.

I dieci comandamenti

Pittore “I dieci comandamenti”: Lucas Cranach il Vecchio (nel municipio di Wittenberg)

Dopo che gli israeliti fuggirono dalla schiavitù in Egitto, iniziarono il loro lungo viaggio attraverso il deserto. Il loro obiettivo era Canaan, la Terra Promessa.

Quando raggiunsero il monte Sinai, Mosè salì sul monte. Mentre era sul Monte Sinai, Mosè ricevette da Dio i Dieci Comandamenti e altre leggi.

La Bibbia cristiana, la Torah e il Corano si riferiscono tutti a Mosè. Mosè e tutte le leggi che ha ricevuto hanno un grande significato per gli ebrei.

I musulmani credono che Mosè sia un profitto.

I Dieci Comandamenti dati a Mosè sono importanti nella fede cristiana.

“Mosè e Dio” 1868 João Zeferino da Costa

  • Io sono il Signore tuo Dio. Non avrai altri dei all’infuori di me.
  • Non ti farai un idolo.
  • Non farete un uso illecito del nome di Dio.
  • Ricorda il sabato e santificalo.
  • Onora tuo padre e tua madre.
  • Non uccidere.
  • Non ruberai.
  • Non commetterai adulterio.
  • Non dirai falsa testimonianza contro il tuo prossimo.

Non desidererai la casa del tuo prossimo. Non desidererai la moglie del tuo prossimo, né i suoi operai, né il suo bestiame, né alcuna cosa che appartenga al tuo prossimo.

Il Signore ha fatto alleanza con Abramo promettendo di dare alla sua discendenza dieci nazioni:

il paese dei Chenei, dei Chenizziti, dei Cadmoniti, degli Hettiti, dei Ferezei, dei Refaim, degli Amorei, dei Cananei, dei Ghirgasei e dei Gebusei. Genesi 15:19

La parabola delle dieci fanciulle (Vergini)

“Allora il regno dei cieli sarà paragonato a dieci fanciulle che presero le loro lampade e andarono incontro allo sposo. Cinque di loro erano stolti e cinque saggi.

Poiché quando gli stolti prendevano le loro lampade, non portavano con sé olio; ma i saggi presero fiaschi d’olio con le loro lampade. Poiché lo sposo tardava, tutti dormirono e dormirono.

Ma a mezzanotte ci fu un grido: “Ecco lo sposo! Vieni fuori e incontralo.”

“Parabola delle vergini sagge e stolte” 1822 Pittore: William Blake. Tate Gallery, Londra

Allora tutte quelle fanciulle si alzarono e aggiustarono le loro lampade. E le stolte dissero alle sagge: «Dateci del vostro olio, perché le nostre lampade si stanno spegnendo».

Ma il saggio rispose: “Forse non ce ne sarà abbastanza per noi e per te; andate piuttosto dal mercante e comprate per voi stessi».

E mentre andavano a comprare, venne lo sposo e quelli che erano pronti entrarono con lui alla festa delle nozze; e la porta era chiusa.

Dopo vennero anche le altre fanciulle, dicendo: «Signore, Signore, aprici». Ma lui rispose: “In verità vi dico, non vi conosco”.

Vegliate dunque, perché non sapete né il giorno né l’ora». Matteo 25:1-13

La parabola delle dieci libbre

“Un nobile andò in un paese lontano per ricevere il potere regale e il ritorno. Chiamati dieci dei suoi servi, diede loro dieci sterline e disse loro: “Commerciateli finché non vengo”.

Quando tornò, dopo aver ricevuto il potere regale, ordinò a questi servi, ai quali aveva dato il denaro, di essere chiamati da lui, affinché sapesse ciò che avevano guadagnato con il commercio.

Il primo si presentò a lui, dicendo: “Signore, la tua sterlina ha fatto altre dieci libbre”.

E gli disse: “Ben fatto, buon servitore! Poiché sei stato fedele nel poco, avrai autorità su dieci città».

E venne il secondo, dicendo: “Signore, la tua sterlina ha fatto cinque libbre”. E gli disse: “E tu devi essere più di cinque città”.

Allora un altro venne da lui dicendo: «Signore, ecco la tua sterlina, che ho conservata e riposta in un tovagliolo; perché ho avuto paura di te, perché sei un uomo severo; prendi ciò che non hai deposto e mieti ciò che non hai seminato».

Gli disse: «Ti condannerò dalla tua stessa bocca, servo malvagio! Sapevi che ero un uomo severo, che raccoglievo ciò che non deponevo e raccoglievo ciò che non seminavo?

Perché non hai messo il denaro in banca, e al mio arrivo avrei dovuto riscuoterlo con gli interessi?

E disse a quelli che erano presenti: “Toglietegli la sterlina e datela a chi ha le dieci libbre”.

E gli dissero: “Signore, ha dieci libbre!”

“Io vi dico, che a chi ha sarà dato di più; ma a chi non ha sarà tolto anche quello che ha». Luca 19:12-26

Numero 10 nell’induismo

I dieci avatar di Vishnu

L’induismo insegna che il dio Vishnu si reincarnerà dieci volte.

Vishnu si è reincarnato nove volte.

L’ultima e decima volta deve ancora venire.

Kalki dovrebbe arrivare in sella a un cavallo bianco alla fine del Kali Yuga.

Kalki distruggerà tutto il male e inizierà una nuova era chiamata “Satya Yurga”. Il Kali Yuga è il periodo in cui ci troviamo ora.

I Dieci Guru nel Sikhismo

Il Sikhismo fu fondato da Guru Nanak (1469 – 1539) nel nord dell’India.

  • I sikh credono che la parola di Dio sia giunta attraverso i Dieci Guru.
  • Il sikhismo è una religione monoteista. Credono in un solo Dio.
  • I sikh credono anche nel karma e nella reincarnazione.
  • Non insegnano l’ascesi come mezzo per raggiungere la salvezza.
  • La meditazione è una parte importante della fede sikh.

I sikh credono nell’uguaglianza di tutti gli esseri umani. Non accettano discriminazioni in base al sesso, al credo o alla casta.

L’ultimo dei Dieci Guru è stato Gobind Singh.

Dopo la sua morte le sacre scritture chiamate “Il Guru Granth Sahib” è considerato il Guru finale.

Dettatura del “Guru Granth Sahib” (le scritture sacre) da Guru Arjan a Bhai Gurdas. Artista sconosciuto. 19esimo secolo

I dieci guru sikh:

 Nanak1469 -1539Il fondatore del Sikhismo. Compose 974 inni. Fu un pioniere di un ordine sociale senza casti.
 Angad 1504 – 1552Fu scelto da Nanak. Angad compose il Gurmukhi, la scrittura usata per la lingua punjabi, oltre a 62 inni.
 Amar Das1479 – 1574Divenne Guru all’età di 73 anni. Introdusse i rituali sikh per la nascita e la morte. Il suo inno più famoso è Amand Sahib.
 Ariete Das1534 – 1581Ha fondato Amritsar, la città più sacra per i sikh. Il suo inno matrimoniale è usato nei matrimoni sikh.
  Arjan1563 – 1606Era il figlio di Guru Ram Das. Ha costruito il Tempio d’Oro. È stato il primo martire Sikh. Fu torturato e ucciso per essersi rifiutato di convertirsi all’Islam. Ha scritto 2.216 inni, che è stato il più grande contributo al “Guru Granth Sahib”.
  Hargobind 1595 – 1644Era il figlio di Guru Arjan. Le tre mogli di Hargobind gli diedero sei figli. Insegnò che il Guru doveva essere un capo militare oltre che un capo spirituale. Addestrò soldati e costruì una fortezza ad Amritsar.
Har Rai1630 – 1661Era il nipote di Guru Hargobind.
 Har Krishan 1656 – 1664Era il figlio di Guru Har Rai. Divenne Guru a soli 5 anni. Morì all’età di 8 anni. Morì di vaiolo. Le sue ultime parole furono “Baba Bakala”. Il prossimo Guru sarebbe del villaggio di Bakala
  Tegh Bahadur1621 – 1675Tegh Bahadur significa “eroe della spada”. Era il figlio di Guru Hargobind. Ha fondato il centro sikh di Amandpur. Fu anche poeta e compose oltre 50 inni. È stato torturato e decapitato a Dehli dai musulmani.
  Gobind Singh1666 – 1708Era il figlio di Guru Tegh Bahadur. Ha iniziato i Cinque K. Il Dasam Granth è una raccolta di poesie scritte da Gobind Singh

Numero 10 in Kabbalah

Kabbalah significa “ricevere”.

I cabalisti cercano di ricevere la conoscenza di Dio.

La Kabbalah è collegata al giudaismo. Alcuni potrebbero descrivere la Kabbalah come “misticismo ebraico”.

I cabalisti credono nella reincarnazione.

I cabalisti credono che ci siano dieci forze fondamentali, dieci sefirot.

I cabalisti credono che ci siano dieci forze fondamentali, dieci sefirot.

Queste dieci sefirot scorrono da Dio alla Sua Creazione. Dio continua a creare combinando le dieci sefirot.

Le Dieci Sefirot – Albero della Vita

Le dieci sefirot sono nell’anima di ogni individuo. Gli umani usano le sefirot (le dieci forze) in modi e combinazioni differenti.

  1. I cabalisti insegnano che le sefirot sono un modo per comunicare con Dio.
  2. In alcuni grafici dell’Albero della Vita, ci sono undici sefirot.
  3. Questo perché Keter (Corona) e Da’at (Conoscenza) sono intercambiabili.
  4. Quando si contano solo dieci, o il Keter o il Da’at sono esclusi.
  5. La linea giusta è maschile. La linea di sinistra è femminile.
  6. Le prime tre sefirot hanno a che fare con la mente. I prossimi tre riguardano l’emozione.
  7. Il terzo gruppo di tre si occupa di ciò su cui si agisce.
  8. La sefirah finale è la manifestazione.
  9. Le ultime sette sefirot corrispondono ai giorni della settimana.

Yesod è associato al venerdì, questo potrebbe essere un ottimo momento per le coppie sposate per trascorrere un po’ di tempo da sole!

Ogni sefirah ha aspetti sia positivi che negativi.

Ciascuno dei dieci è anche diviso in dieci sefirot all’interno della sefirah.

I cabalisti studiano L’Albero della Vita, sefirot, che è certamente molto più complesso di quanto sembri qui.

Nome e significato di ciascuna delle 10 Sefirah nella Kabbalah

Keter (corona)

  • Keter è l’unica sefirah che non ha una parte del corpo collegata ad essa.
  • Keter è la volontà divina e contiene tutte le altre sefirot in essa. Keter arriva all’anima dall’alto.
  • Il nome di Dio corrispondente a Keter è: Ehved (“Io sarò”)

Da’at (Conoscenza)

  • Parte del corpo: parte inferiore del cervello
  • Da’at è intercambiabile con Keter.
  • Da’at è la conoscenza di Dio.

Chochma (Saggezza)

  • Parte del corpo: cervello
  • Questa è un’attività mentale, l’intelletto, la capacità di afferrare le cose intuitivamente.
  • Re Salomone è collegato a Chachma.
  • Il nome di Dio corrispondente a Chochma è Yah.

Bina (comprensione)

  • Parte del corpo: cuore
  • La capacità di analisi logica. Leah è collegata a Bina.
  • Il nome di Dio corrispondente a Bina è Elohim.
  • Chesed (amore)
  • Parte del corpo: mano destra
  • La prima sefirah emotiva. Chesed è amore e generosità. Chesed è abbondanza.
  • Abraham è collegato a Chesed.
  • Il nome di Dio corrispondente a Chesed è El.

Din/Gevurah (concentrazione)

  • Parte del corpo: mano sinistra
  • In Din si troverà paura e odio. Anche qui si trova giustizia e controllo.
  • Isaac è collegato a Din.
  • Il nome di Dio connesso a Din è Elohim.

Tiferet (Armonia)

  • Parte del corpo: busto
  • Questa è armonia e verità. Tiferet è anche un simbolo della Torah.
  • Giacobbe, conosciuto come Israele, è collegato a Tiferet.
  • Anche il nome più sacro di Dio, YHVH, è collegato a Tiferet.

Necach (Vittoria)

  • Parte del corpo: gamba destra
  • La voglia di conquistare, di fare le cose. Questo può essere in equilibrio o andare fuori controllo.
  •  Mosè è collegato a Necach.
  • Il nome di Dio corrispondente a Necach è YHVH Tzvaot (il Signore degli eserciti).

Hod (Gloria)

  • Parte del corpo: gamba sinistra
  • Questa è la persistenza. Questo è splendore. Aaron, il fratello di Mosè, è collegato a Hod.
  • Il nome di Dio corrispondente a Hod è Elohim Tzvaot (Dio degli eserciti).

Sìod (connessione)

  • Parte del corpo: organo sessuale
  • La capacità di stabilire relazioni. La capacità di stabilire connessioni.
  • Josef è collegato a Yesod.
  • Il nome di Dio corrispondente a Yesod è El Shaddai (Il Dio Onnipotente).

Malchut (Sovranità, Regno)

  • Parte del corpo: discorso
  • Malchut è un completamento di tutte le sefirot che vengono al di sopra di essa.
  • Riceve tutte le risorse dalle altre sefirot. Il giorno della settimana connesso a Malchut è il Sabbath.
  • Re David è collegato a Malchut.
  • Il nome di Dio corrispondente a Malchut è Shechina (Presenza Divina).

Potrebbe piacerti anche......

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.