La smorfia napoletana con i numeri della cabala

La smorfia napoletana con i numeri della cabala

La smorfia napoletana è un libro che dettaglia la tradizione napoletana di interpretare i sogni associandoli ai numeri e poi scommettendo quei numeri nella lotteria statale, Lotto.

Sia che i vostri sogni corrono alle canzoni, o al Libro della Genesi, la smorfia può essere il modo per farvi finalmente sfuggire delle vere pepite dai vostri fiumi notturni di surrealismo.

I temi tradizionali dei sogni nella smorfia coprono tutto, dall’acqua, alla morte, all’alba, al denaro, al sesso, ai viaggi, agli uccelli, al sangue, agli incidenti, alla famiglia, al cibo e a qualsiasi cambiamento, torsione o perversione della condizione umana che potreste forse benissimo, sognare.

La maggior parte dei napoletani per strada conoscono almeno alcuni numeri di la smorfia. Se sogni Dio o l’Italia, allora gioca al numero 1; un pazzo ha 22 anni; se sei spaventato da un sogno, scommetti 90.

È tecnicamente permesso giocare un solo numero

Ma il payoff dello stato di tightwad è così misero che la maggior parte delle persone cercano interpretazioni secondarie nei loro sogni e giocano da 2 a 5 numeri.

Invece di giocare semplicemente 90 per “paura”, immaginate di sognare di essere spaventati da una persona pazza.

Poi si gioca sia a 22 che a 90. Se -seguire da vicino-siete spaventati da una persona pazza che porta una ciotola di zuppa (68), allora il Cosmic Numbers Runner sta cercando di dirvi di scommettere la fattoria su tutti e tre questi numeri.

Ogni settimana in dieci città italiane, il sorteggio del lotto seleziona a caso cinque numeri da uno a novanta. Scommettere due numeri si chiama ambo e ripaga 250 volte la tua scommessa originale. Scommettere tre numeri si chiama terno; quattro, quaterna, o cinque, cinquina.

Questi ripagano, rispettivamente, 4.250 volte, 80.000 volte, e un milione di volte qualunque sia la tua scommessa. Quindi, se hai deciso di fare un euro (circa 1,40 dollari), una scommessa normale, sul tuo terno caldo di 22, 68 e 90, e questi tre sono tra i cinque estratti, vinci 4.250 euro.

Ci sono varie possibilità per dividere la tua scommessa e anche per giocare i numeri del lotto in altre città. C’è un limite all’importo che ti è permesso scommettere su una cinquina, ma la maggior parte delle persone con una “cosa sicura” semplicemente giocano biglietti diversi.

I biglietti sono anonimi e nessuno saprà che il misero 5€ che avevi in sella alla cinquina ti ha rivelato in quel sogno….te lo ricordi….quando lei ha fatto quella cosa con la….e tu eri….giusto, quel sogno – nessuno saprà di quel milione per un pagamento fino a quando non avrai riportato il tuo camion in banca.


Se avete mai sognato Jeannie con i capelli castano chiaro, avete alcune opzioni a vostra disposizione, a seconda di quello che sta facendo:

  • Ballare, 37;
  • Piangere, 21;
  • Andare in bicicletta, 79.

La smorfia napoletana con i numeri della cabala

Se il tuo sogno è così fedele alla canzone che lei è, infatti, “inciampare dove suonano i flussi luminosi”, allora potresti dover fare qualche interpretazione fantasiosa, ma questo è metà del divertimento.

Sognando i capelli di una donna, tuttavia, è un 55, quindi, ancora una volta, si ha almeno un ambone. Il sogno di Joseph sarebbe certamente considerato portentoso.

Richiede la conoscenza dei numeri associati dalla tradizione popolare con le stelle, il sole, l’inchinarsi, ecc. C’è un buon terno lì dentro.

Ci si aspetta di trovare tutti i temi eterni dell’amore, della morte, della famiglia, ecc. rappresentati nel folklore, ma è incredibile quanto velocemente la tradizione popolare si aggiorna.

Quando la grande star del calcio, Diego Maradona, giocava per Napoli, e gli è capitato di dribblare in uno dei tuoi sogni, era un 43, perché 1 (Dio) più 42 (calciatore) equivale a “un Dio di un giocatore” (“nu dio ‘e giocatore”), come si dice a Napoli.

La parola smorfia, a sua volta, deriva probabilmente da Morfeo, il dio greco dei sogni.

Se è così, allora la presenza della tradizione della smorfia a Napoli può essere plausibilmente legata alle antiche origini greche della città di Napoli. In altre parole, è molto antica e forse anche un’estensione dell’antica tradizione greca dell’oneirocritica: interpretare i sogni.

Anche se la smorfia è generalmente associata a Napoli, altre città del sud Italia hanno le loro versioni locali, che sono diverse da quella napoletana.

In realtà, non esiste un’unica versione napoletana, anche se la maggior parte dei temi importanti hanno generalmente lo stesso numero da una versione all’altra.

Non è certamente possibile individuare la “prima” smorfia, dato che le associazioni dei numeri da sogno sono state tramandate oralmente. Le prime versioni stampate nel Medioevo registrano semplicemente la tradizione popolare consolidata.

C’è anche un plausibile collegamento al misticismo numero-parola della Cabala ebraica, secondo il quale ogni lettera, parola, parola, numero, anche l’accento sulle parole della Bibbia ebraica contiene un senso nascosto; la Cabala insegna i metodi di interpretazione per determinare questi significati.


Ho fatto un sogno infausto qualche tempo fa.

Ho sognato che il Vesuvio è esploso! Ora, ho avuto i normali sogni di routine di interesse per gli strizzacervelli, suppongo, ma non ho mai avuto sogni profetici. Ho letto su di loro, naturalmente, e li ho messi in quella parte del mio cervello-armadio dove tengo cerchi di raccolti, alieni e Atlantide.

Eppure, era vivido. Avevo perso un autobus per qualche motivo e stavo correndo verso casa.

Ho guardato in alto e il vulcano era spento in lontananza, il profilo molto chiaro, più o meno come lo vedrei da dove vivo, entrambi i coni, Somma e Vesuvio, con la depressione a sella tra loro.

Poi il Vesuvio, quello a destra, ha iniziato a fumare. Qualcuno disse: “Il Vesuvio sta eruttando” e poi iniziò l’eruzione principale – non un’eruzione lenta, effusiva, ma un’esplosione cataclismica, proprio come i film che ho visto su Monte Sant’Elena e Pinatubo, dove l’intera cima della montagna esplode e poi scompare dietro il fumo.

Al risveglio mi sono accarezzato al bar del mattino per avere qualche consiglio dalla stalla di quartiere di oneirocritici sui numeri che ho potuto leggere in tutto questo.

Tutti si sono innervositi e hanno iniziato a toccare alcune parti del loro corpo, azione che si dice per scongiurare la sfortuna, il malocchio, e le montagne che esplodono! Penso di aver calpestato qualche regola non detta che vieta di parlare di certe cose.

Così, avrai difficoltà a convincere migliaia di anni di sciamani tribali e decenni di headshrinker domestici che i sogni non hanno senso. Per secoli di napoletani, come pure, sono tutt’altro che.

Quindi, se siete curiosi di quel sogno del clarinetto che cade e uccide il vostro canarino, certo, potrebbe non essere niente: forse vi siete voltati troppo velocemente ieri sera e avete fatto cadere alcune delle immagini dalle pareti della vostra testa, tutto qui.

D’altra parte, potrebbe significare 50 (clarinetto) e 90 (canarino morto), nel qual caso siete in affari. 

Potrebbe piacerti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *